Anno: XXI - Numero 143    
Mercoledì 8 Luglio 2020 ore 13:00
Resta aggiornato:

Home » «Non ci fu stupro»: la sentenza arriva dopo 19 anni, ma due imputati sono già morti

«Non ci fu stupro»: la sentenza arriva dopo 19 anni, ma due imputati sono già morti

Assolto un artigiano campano, mentre gli altri due sono morti prima della fine di un processo durato 19 anni

«Non ci fu stupro»: la sentenza arriva dopo 19 anni, ma due imputati sono già morti

Diciannove anni di processo per stabilire la loro innocenza. Anzi, l’innocenza di uno di loro, perché nel frattempo gli altri due imputati sono morti. La storia arriva da San Giovanni a Piro, in Campania, dove risiedevano i tre uomini – un artigiano, unico superstite, un imprenditore e un pescatore. La sentenza è arrivata giovedì scorso, pronunciata dai giudici  del tribunale di Vallo della Lucania: lo stupro non ci fu mai. A denunciare i tre uomini era stata una donna russa, che nel 2001 aveva puntato il dito contro di loro, come racconta “Il Mattino”. Le accuse mosse dalla donna provocarono problemi diplomatici con le Autorità di Mosca. Le indagini aperte a Scario portarono a scoprire un traffico di prostituzione proveniente dall’Est Europa, organizzato da tale Luba, anch’essa russa, che, assieme ad un uomo della Piana del Sele, avrebbe indirizzato la donna russa e il marito a Scario, dove la stessa sera del loro arrivo avevano condiviso un cena, innaffiata da molto vino e poi superalcolici, con un pescatore del posto. Da quella cena le accuse mosse nei confronti dei tre uomini.

Da IlDubbio

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Infermieri mai eroi, sempre e solo sfruttati

Infermieri mai eroi, sempre e solo sfruttati

08 Luglio 2020

Uno striscione è stato appeso lunedì mattina fuori dall'ospedale di Circolo di Varese, sulla facciata del vecchio ingresso che si affaccia su Viale Borri, una delle vie più trafficate della città

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.