Anno: XXV - Numero 130    
Venerdì 19 Luglio 2024 ore 13:30
Resta aggiornato:

Home » Riforma della giustizia Bonafede? Solo annunci, contenuti zero

Riforma della giustizia Bonafede? Solo annunci, contenuti zero

Il problema non è essere d'accordo su questioni basilari ma come realizzarle

Riforma della giustizia Bonafede? Solo annunci, contenuti zero

<<Ascoltando l’intervista del #Ministro della Giustizia #Bonafede sono rimasto basito dall’ottimismo e dall’appagamento mostrato per aver trovato l’accordo “sull’obiettivo di dimezzare i tempi della giustizia civile e penale”. Contenuti zero. E ci mancava pure che il Governo italiano non fosse d’accordo su un obiettivo del genere.  Sorrisi, ammiccamenti, sguardi appagati, a confronto le dichiarazioni di #RenziPremier quando mostrava le slides sembrano un funerale. Stupisce che il Ministro, già che c’era, non abbia annunciato l’accordo sull’obiettivo di sconfiggere le mafie, risolvere il problema delle carceri, la fame nel mondo e la difesa della foresta amazzonica. Il problema non è essere d’accordo su questioni basilari ma come realizzarle. Altro che slogan. Certo, la base di partenza non è rassicurante posto che la prima decisione congiunta delle forze di Governo è stata quella di mantenere la “sospensione della prescrizione” proprio per assicurare alla #magistratura di poter decidere senza termini, con un processo che può durare quanto si vuole, insomma #FineProcessoMai. Il contrario di quello che il Ministro ha detto tra un “sono contento ed un “sono orgoglioso”. Mah!  Per il Civile, come risolveremo? Compilando dei moduli? Affronteremo la corsa ad ostacoli per impedire di fare le cause ovvero di impugnare le Sentenze? Peraltro, l’accordo sull’obiettivo sarebbe stato raggiunto tra il Ministro della Giustizia e l’ex Guardasigilli Orlando, proprio lui, quello che sin dal 2016 aveva annunciato ai cittadini che finalmente i processi civili sarebbero durati 1 anno in primo grado e 500 gg max fino alla Sentenza della Corte di Appello. Occorre essere seri, perché il tema è serio, non fare dichiarazioni da piazzisti. Dalla #riforma della giustizia dipendono le sorti della nostra nazione: l’economia, i posti di lavoro, la tutela dei diritti dei cittadini, il futuro dei nostri figli. Gli #avvocati non credono ai proclami, sono almeno 51 anni e da almeno 20 attendono un intervento serio ed organico; i cittadini non ne possono più della politica fatta di annunci mirabolanti. Quindi, meno sorrisi e più contenuti, noi faremo la nostra parte, nel silenzio degli organi rappresentativi dell’avvocatura.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.