Anno: XXV - Numero 132    
Martedì 23 Luglio 2024 ore 13:20
Resta aggiornato:

Home » Le novità normative e di prassi di giugno

Le novità normative e di prassi di giugno

Proroga di Decontribuzione Sud e maxi-agevolazioni fiscali dal Mef per le assunzioni a tempo indeterminato tra i contenuti del documento della Fondazione Studi.

Le novità normative e di prassi di giugno

Online l’InformaClienti di giugno. Ad aprire il documento della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, la proroga al 31 dicembre 2024 di Decontribuzione Sud, autorizzata dalla Commissione europea. L’agevolazione riconosce uno sgravio contributivo del 30% a sostegno dell’occupazione nel Mezzogiorno. A comunicarlo, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con una nota sul proprio portale. Oltre all’estensione temporale dell’esonero contributivo, è stato aumentato anche il budget della misura di 2,9 miliardi di euro, con un bilancio complessivo che passa da 11,4 miliardi a 14,3 miliardi di euro, riconosciuto per le assunzioni realizzate entro il 30 giugno 2024. Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, il decreto del Ministro dell’Economia, di approvazione del codice di condotta per chi aderisce al regime di adempimento collaborativo, finalizzato a definire gli impegni assunti dal fisco e dai contribuenti. Dall’Inps, invece, le istruzioni per la compilazione del Quadro RR del modello “Redditi 2024-PF” per i soggetti iscritti alle Gestioni previdenziali degli artigiani, commercianti e lavoratori sportivi dilettantistici, che devono effettuare il versamento dei relativi contributi entro il 1° luglio prossimo. Ma anche le istruzioni per accedere all’esonero contributivo per i datori di lavoro privati che assumono donne vittime di violenza e le istanze di riesame (entro il 16 luglio) per l’indennità di discontinuità dei lavoratori dello spettacolo. Da segnalare, inoltre, le maxi agevolazioni fiscali per imprese e professionisti che assumono con contratto di lavoro a tempo indeterminato, contenute nel decreto del Ministro dell’Economia pubblicato lo scorso 26 giugno, e il nuovo modello telematico per presentare il rapporto biennale sulla parità di genere disponibile sul portale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. In evidenza nella sezione dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, le indicazioni operative sulla corretta applicazione delle nuove disposizioni previste dall’art. 29, comma 4, del Decreto PNRR, convertito dalla Legge n. 56/2024, che modificano il regime sanzionatorio per somministrazione, appalto e distacco illeciti. Dall’Inail il nuovo servizio che consente di verificare in via anticipata e su base volontaria, la regolarità contributiva fino a 15 giorni d’anticipo rispetto alla scadenza del Durc e il modello approvato dalle Entrate per utilizzare il credito d’imposta per gli investimenti nella ZES unica per il Mezzogiorno. L’Agenzia Entrate-Riscossione ricorda, invece, la scadenza fissata al prossimo 31 luglio per il versamento della quinta rata della definizione agevolata delle cartelle esattoriali (c.d. Rottamazione quater), introdotta dalla legge n. 197/2022.

Consulta il documento

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Notizie Correlate

Forum annuale politiche attive il 18.07

Forum annuale politiche attive il 18.07

12 Luglio 2024

Le competenze necessarie alle imprese, la certificazione della formazione aziendale. Ma anche il nuovo Programma Gol e il Fondo Nuove Competenze tra i temi affrontati.

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.