Anno: XXV - Numero 132    
Martedì 23 Luglio 2024 ore 13:20
Resta aggiornato:

Home » Transizione 5.0: 12 miliardi per il prossimo biennio

Transizione 5.0: 12 miliardi per il prossimo biennio

12 miliardi di euro di fondi per l'asse strategico transizione 5.0 per il prossimo biennio, è quanto il governo italiano intende stanziare per supportare le imprese nell'adozione delle tecnologie digitali e nella transizione verso un'economia più sostenibile.

Transizione 5.0: 12 miliardi per il prossimo biennio

Transizione 5.0: agricoltura ed energie rinnovabili

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) prevede ulteriori 6 miliardi di euro per sostenere gli investimenti delle imprese, compresi quelli legati all’agricoltura e alle energie rinnovabili. Queste iniziative mirano a promuovere la competitività e la sostenibilità delle imprese italiane in un contesto di trasformazione tecnologica e ambientale.

Transizione 5.0 e transizione 4.0

Il piano Transizione 5.0 presenta diverse novità rispetto al precedente piano Transizione 4.0. Il piano transizione 5.0 si affiancherà a quello già attivo, cioè al piano Transizione 4.0, e prevederà incentivi per investimenti in beni e attività che portino ad una riduzione dei consumi energetici, questa sarebbe la prima novità.

 Inoltre, il nuovo piano finanzierà tre tipologie di attività:

  • Investimenti in beni strumentali 4.0 inseriti in progetti di efficienza energetica;
  • Sistemi di autoproduzione e autoconsumo da fonti rinnovabili;
  • Formazione del personale sulle competenze per la transizione green.

Uno dei principali obiettivi del credito d’imposta per la transizione 5.0 è il risparmio energetico di 0,4 Mtep sui consumi finali di energia nel periodo 2024-2026.

Investimenti ammissibili

Un credito d’imposta proporzionale alle spese sostenute tra il  1 gennaio 2024 e il 31 dicembre 2025 sarà concesso alle imprese che investono in:

Altre novità

Come già in precedenza era necessaria la perizia per confermare i requisiti 4.0 dei beni strumentali nel piano transizione 4.0, sarà necessaria anche per i progetti  in ottica 5.0 avere una certificazione che testerà in modo indipendente, il rispetto dei criteri relativi alla riduzione del consumo energetico complessivo. Questo avrà un importante impatto sull’intensità del beneficio fiscale, che come già previsto, potrà aumentare in funzione ai miglioramenti dell’efficienza energetica certificata e del risparmio energetico ottenuto.

Transizione 5.0 e la sostenibilità

Il requisito principale per qualsiasi realtà che voglia adottare le misure necessarie orientate alla sostenibilità è di avere un business rispettoso all’ambiente, e per raggiungere questo requisito l’azienda deve completare le seguenti fasi:

  • Ridurre le emissioni inquinanti: È necessario ridurre al minimo il consumo di acqua, smaltire correttamente i rifiuti aziendali, utilizzare se possibile materiali riciclati e riciclabili e ottenere certificazioni ambientali che attestino la provenienza sostenibile delle materie prime.
  • Utilizzo delle energie rinnovabili: Un’azienda sostenibile deve utilizzare fonti energetiche rinnovabili per garantire un impatto minimo sul pianeta. La produzione propria di energia verde attraverso impianti fotovoltaici ed eolici è la scelta migliore per soddisfare questo requisito.

Come già detto precedentemente il piano per la transizione 5.0 facilita il compimento di queste fasi grazie ai fondi, che fanno parte del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e dello strumento Repower-Eu, che confermano l’impegno del governo per un cambiamento significativo verso pratiche imprenditoriali più sostenibili e tecnologicamente avanzate.

Articolo tratto dal sito web di Professioni in Team

Redazione: Stragroup SPA

https://bit.ly/3vIyijW

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Agrisolare: Aiuti alle imprese agricole

Agrisolare: Aiuti alle imprese agricole

18 Giugno 2024

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza ha consentito di destinare risorse aggiuntive per 850 milioni di euro all'investimento denominato “Parco Agrisolare” (missione 2, componente 1, investimento 2.2),

Transizione energetica: super aiuti all’industria

Transizione energetica: super aiuti all’industria

11 Giugno 2024

Le aziende esposte ad un rischio reale di rilocalizzazione delle emissioni di carbonio potranno presentare richieste di aiuti del Fondo per la transizione energetica nel settore industriale, questo sarà possibile dal 10 giugno al 30 giugno 2024.

Credito d’imposta 4.0: nuovi obblighi

Credito d’imposta 4.0: nuovi obblighi

06 Giugno 2024

Le richieste di compensazione del credito d'imposta 4.0 sui beni devono essere presentate attraverso una nuova funzionalità semplificata tramite la piattaforma disponibile sul sito del GSE (Gestore Servizi Energetici), non più a mezzo pec.

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.