Anno: XXV - Numero 57    
Venerdì 19 Aprile 2024 ore 13:00
Resta aggiornato:

Home » ISO 37001 e la sostenibilità

ISO 37001 e la sostenibilità

La norma ISO 37001 "Sistemi di gestione per la prevenzione della corruzione” ha come scopo di ridurre i rischi e i costi legati a possibili fenomeni corruttivi.

ISO 37001 e la sostenibilità

È rivolto ad Organizzazioni pubbliche e private, di qualsiasi dimensione o natura, e rappresenta uno strumento flessibile che prevede l’adozione di un approccio sistemico alla prevenzione e al contrasto della corruzione.

ISO 37001: come impostarla nella propria azienda?

Il sistema di gestione per la prevenzione della corruzione può essere impostato come un sistema a sé stante, oppure può essere parte di un sistema integrato. Per articolare i requisiti della ISO 37001 è applicata con altre norme ISO 9001, ISO 14001 e ISO 45001, favorisce infatti un approccio integrato con altri sistemi, come quelli riguardanti la qualità, l’ambiente e la sicurezza sul lavoro. Con riguardo alle Organizzazioni soggette alla legge italiana, il sistema di gestione ISO 37001 può inoltre essere parte del “Modello di Organizzazione e Gestione”.

Inoltre la ISO 37001 aiuta a prevenire, individuare e gestire situazioni di corruzione  da parte dell’organizzazione, del suo personale e dei suoi soci in affari, promuovendo una serie di misure e controlli e fornendo una guida di supporto per la relativa applicazione.

 La scelta di un’organizzazione di certificarsi UNI ISO 37001 incrementa l’efficacia degli strumenti di contrasto al fenomeno corruttivo, con conseguenti vantaggi economici.

Attraverso l’implementazione della UNI ISO 37001, inoltre, è possibile andare oltre il rispetto dei requisiti minimi legali e adottare un approccio sistemico rivolto alla prevenzione e al contrasto della corruzione.

La UNI ISO 37001 costituisce quindi sia un supporto per Enti e Società che devono adempiere agli obblighi legislativi previsti in materia di anticorruzione sia, più in generale, un’opportunità per tutte le Aziende per divenire concretamente capaci di controllare, nel tempo, i maggiori rischi e i costi legati al fenomeno della corruzione.

ISO 37001: vantaggi per le PMI

La ISO 37001 aiuta a prevenire, identificare e gestire situazioni di corruzione (attiva o passiva) da parte dell’organizzazione, del suo personale e dei suoi partner commerciali, promuovendo una serie di misure e controlli e fornendo indicazioni di supporto per la relativa applicazione. La norma specifica una serie di requisiti riguardanti i seguenti aspetti:

  • Maggiore trasparenza e reputazione positiva: le organizzazioni certificate possono dimostrare a clienti, fornitori e investitori che stanno prendendo seriamente la prevenzione della corruzione, il che aumenta la loro fiducia nell’organizzazione e migliora la vostra reputazione.
  • Scelta etica ed innovativa per la reputazione della governance
  • Conformità legislativa: identificare e tenere sotto controllo i requisiti legali ed adottare un approccio sistemico improntato alla prevenzione e al contrasto della corruzione.
  • Mitigazione del rischio sanzionatorio
  • Accessibilità di ottenimento del rating di legalità
  • Elemento distintivo molto rilevante anche nelle gare di appalto.

ISO 37001 e la sostenibilità

La certificazione del Sistema di Gestione Anticorruzione secondo la norma ISO 37001:2016 (Anti-Bribery Management Systems) equivale a un passo importante nel percorso che devono intraprendere le PMI in materia di responsabilità d’impresa e sviluppo di un business sostenibile.

Le politiche e le pratiche anticorruzione sono parte integrante di una sostenibilità sociale, ambientale e di governance che sta diventando un imperativo per un numero sempre maggiore di aziende, sia nel mondo che in Italia.

Ottenere la Certificazione ISO 37001:2016 permette di migliorare il profilo ESG della propria azienda.

Infatti, la norma ISO 37001:2016  contribuisce al raggiungimento di 4 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile:

  • 8: Lavoro dignitoso e crescita economica
  • 10: Ridurre le disuguaglianze
  • 11: Città e comunità sostenibili
  • 16: Pace, Giustizia e istituzioni solide

 

Articolo tratto dal sito web di Professioni in Team

Redazione: Stragroup SPA

https://bit.ly/42CnCQg

 

 

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Transizione 4.0: credito d’imposta anche prima del 2023

Transizione 4.0: credito d’imposta anche prima del 2023

19 Aprile 2024

Il ministro delle imprese e del made in Italy, Adolfo Urso, ha dichiarato che per gli investimenti fatti prima del 2023 prevale la FAQ dell'Agenzia delle Entrate che specifica che i crediti possono essere compensati con il modello F24, indicando l'anno in cui è iniziato l'investimento.

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.