Anno: XXV - Numero 110    
Venerdì 21 Giugno 2024 ore 13:00
Resta aggiornato:

Home » Nuova comunicazione “smart” per i lavoratori agili

Nuova comunicazione “smart” per i lavoratori agili

Adeguamento ai nuovi obblighi informativi traslato al 1° novembre grazie all’interlocuzione istituzionale del Cno

Nuova comunicazione “smart” per i lavoratori agili

I nuovi accordi di lavoro agile, oppure la modifica o la proroga di quelli già in essere, che si perfezionano a partire dal 1° settembre dovranno essere comunicati secondo le nuove modalità previste dalla legge del 4 agosto 2022 n. 122, di conversione del decreto Semplificazioni, e con la quale si è intervenuti a modificare l’articolo 23, comma 1, della legge n. 81/2017. La comunicazione in via telematica al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali dei nominativi dei lavoratori e della data di inizio e cessazione delle prestazioni lavorative in modalità agile dovrà quindi seguire il nuovo modello ministeriale definito dal D.M. 22 agosto 2022 n. 149. Benché i nuovi obblighi siano in vigore da inizio settembre, a seguito dell’interlocuzione istituzionale avviata dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, il 26 agosto il Ministero ha emanato una nota con cuiprevede un periodo transitorio per la prima fase di applicazione e fissa quindi il termine ultimo per adempiere all’obbligo della comunicazione al 1° novembre 2022. Una decisione che tiene in conto anche della necessità di adeguare i protocolli di interazione tra i sistemi informatici dei datori di lavoro con quelli del Ministero relativamente all’uso dei servizi Rest di invio delle comunicazioni, alternativi all’uso dell’applicativo disponibile sul portale Servizi Lavoro per adempiere alle disposizioni di legge.

Sulle novità apportate dalla conversione del decreto Semplificazioni e dai relativi atti ministeriali Fondazione Studi Consulenti del Lavoro ha organizzato per lunedì 29 agosto dalle ore 16.00 il webinar dal titolo “Smart working, ultima chiamata: istruzioni per l’uso”. Con Simone Cagliano, esperto di Fondazione Studi, si analizzeranno le applicazioni procedurali della nuova normativa in vista della fine del regime emergenziale per la gestione del lavoro agile.

L’evento, valido per la formazione continua di Categoria, permette di ottenere 1 credito formativo, previa iscrizione attraverso questo link.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Consulenza del lavoro parte integrante della professione dei commercialisti.

Consulenza del lavoro parte integrante della professione dei commercialisti.

07 Giugno 2024

Il presidente dell’Ungdcec chiarisce che con lo svolgimento della consulenza del lavoro da parte dei dottori commercialisti e degli esperti contabili non sottrae competenze ad altre professioni e non crea alcun danno all’interesse pubblico e ancora meno alla stabilità delle casse di previdenza.

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.