Anno: XXI - Numero 45    
Giovedì 27 Febbraio 2020 ore 16:00
Resta aggiornato:

Home » Renzi, no a Lodo Conte, riscriviamo la norma

Renzi, no a Lodo Conte, riscriviamo la norma

Responsabili?Se li trovino e votino loro leggi incostituzionali

Renzi, no a Lodo Conte, riscriviamo la norma

Matteo Renzi parla a Radio Anch’io e mantiene il punto sul lodo Conte sulla prescrizione: Italia Viva non lo sosterrà mai e non accetta ricatti basati sulle “poltrone”.  Renzi parte da questo concetto: “si vuole mettere la bandierina su una noma di giustizialismo grillino. Ma di cosa stiamo parlando? Di una norma che anche autorevoli giuristi hanno definito incostituzionale”. “Le cose – aggiunge Renzi – non si possono fare a capocchia, e noi di Iv siamo in questo governo per evitare l’aumento dell’Iva e una Italexit che Salvini avrebbe chiesto, ma non siamo qui per tornare al giustizialismo”.  L’ex premier si dice “dispiaciuto” per il fatto che il Pd segua ora il “giustizialismo 5 stelle”. Come se ne esce? Gli viene chiesto. “La proposta piu’ sensata è quella di Lucia Annibali – spiega – ed è quella che prevede di prendere tempo e di  studiare l’argomento con esperti per trovare una soluzione giusta. Perché il “lodo Conte bis – ribadisce – non va bene, viola i principi costituzionali. Si chiamino dunque degli esperti e non un Dj a scrivere le norme”. Alla domanda sulla possibilità che Italia Viva possa essere sostituita nella maggioranza con il gruppo dei “responsabili”, Renzi risponde così: “Magari…. se li trovassero pure e gli facciano votare leggi incostituzionali…..”.  Detto questo il leader di Iv ritiene che “con buon senso” da parte di tutti un accordo si possa comunque trovare.  

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Fontana e Conte ai ferri corti

Fontana e Conte ai ferri corti

25 Febbraio 2020

Il governatore va allo scontro diretto con il premier nella cabina di regia sul coronavirus, davanti a ministri e governatori

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.