Anno: XXII - Numero 91    
Martedì 12 Maggio 2021 ore 16:00
Resta aggiornato:

Home » OK AL RINVIO DELLE SCADENZE PER I PROFESSIONISTI COL COVID

OK AL RINVIO DELLE SCADENZE PER I PROFESSIONISTI COL COVID

Successo di de Bertoldi (FdIi), vittoria del buonsenso e del diritto alla salute

OK AL RINVIO DELLE SCADENZE PER I PROFESSIONISTI COL COVID

Via libera alla sospensione della decorrenza dei termini relativi ad adempimenti in capo al libero professionista che contrae il Covid-19: è passato, infatti, nella notte, nelle commissioni congiunte Bilancio e Finanze del Senato, l’emendamento al decreto sostegni trasversale, primo firmatario il senatore di FdI Andrea de Bertoldi. Si tratta di un successo personale di de Bertoldi, e di tutti gli altri firmatari, appartenenti ad uno fronte politico ampio e trasversale.  Il testo stabilisce che “la mancata trasmissione di atti, documenti e istanze, nonché i mancati pagamenti entro il termine previsto che comporti mancato adempimento verso la pubblica amministrazione da parte del professionista abilitato per sopravvenuta impossibilità dello stesso per motivi connessi all’infezione da Coronavirus 2 (SARS-CoV-2), non comporta decadenza dalle facoltà, e non costituisce comunque inadempimento connesso alla scadenza dei termini medesimi” e il mancato adempimento “non produce effetti nei confronti del professionista e del suo cliente”. Le scadenze, si legge, vengono sospese “a decorrere dal giorno del ricovero in ospedale, o dal giorno d’inizio della permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva o dal giorno d’inizio della quarantena con sorveglianza attiva, fino a trenta giorni decorrenti dalla data di dimissione dalla struttura sanitaria o conclusione della permanenza domiciliare fiduciaria o della quarantena”, e gli adempimenti ‘congelati’ dovranno esser eseguiti dal professionista “entro i sette giorni successivi a quello di scadenza del termine del periodo di sospensione”. La copertura della norma è pari a 9,1 milioni di euro per l’anno 2021. “Un’ottima notizia. Dopo un iter travagliato, hanno prevalso il buon senso e la difesa del fondamentale diritto alla salute.

“Il momentaneo stop all’emendamento, avvenuto nei giorni scorsi per mancanza di copertura – ricorda il presidente del Consiglio nazionale dei commercialisti, Massimo Miani – ci era sembrato paradossale perché si negava ai professionisti un diritto riconosciuto ad altri lavoratori, e lo si faceva in un frangente drammatico come quello che stiamo vivendo con l’emergenza pandemica”. Da questo momento in poi, aggiunge il vicepresidente del Consiglio nazionale della categoria, Giorgio Luchetta, “la nostra battaglia prosegue per l’approvazione in tempi il più rapidi possibile del disegno di Legge relativo alle garanzie da fornire ai professionisti in caso di malattia grave o infortunio, non solo quando contraggono il Covid. L’approvazione dell’emendamento di de Bertoldi è importante, anche perché può fare da apripista all’approvazione di un provvedimento di ben più ampia portata, promosso dallo stesso senatore di FdI con la Consulta dei parlamentari commercialisti, che gode peraltro anch’esso di un sostegno trasversale e unitario”, chiudono i commercialisti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

DISCO VERDE PER L’ESONERO DEI CONTRIBUTI

DISCO VERDE PER L’ESONERO DEI CONTRIBUTI

10 Maggio 2021

Oliveti (Adepp). Il miliardo di euro destinato all'esonero contributivo dei professionisti iscritti agli Ordini è una vittoria e un atto di giustizia

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.