Anno: XXV - Numero 107    
Martedì 18 Giugno 2024 ore 13:00
Resta aggiornato:

Home » Salvini fa il garantista con Trump

Salvini fa il garantista con Trump

Il leader della Lega difende il tycoon: «Io spero per l'equilibrio mondiale che vinca Donald perché ogni presidenza americana guidata dai democratici è coincisa con guerre e caos planetari»

Salvini fa il garantista con Trump

«Solidarietà e pieno sostegno a Donald Trump, vittima di una persecuzione giudiziaria e di un processo di natura politica». Lo scrive su X il vicepremier e segretario della Lega, Matteo Salvini. «In Italia, abbiamo tristemente familiarità con l’utilizzo del sistema giudiziario come arma da parte della sinistra, dato che per anni si è tentato di eliminare gli oppositori politici con mezzi legali. Spero che Trump vinca; sarebbe una garanzia di maggiore equilibrio e speranza per la pace nel mondo», ha aggiunto Salvini.

«Sceglieranno liberamente gli americani con il voto, io spero per l’equilibrio mondiale che vinca Trump perché ogni presidenza americana guidata dai democratici è coincisa con guerre e caos planetari» ha spiegato il vicepremier e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini, ai microfoni di “Radio Anch’io” su Rai Radio1, parlando delle elezioni presidenziali negli Stati Uniti.

da Il Dubbio

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Al Terzo polo resta una sola cosa da fare: rassegnarsi

Al Terzo polo resta una sola cosa da fare: rassegnarsi

18 Giugno 2024

La ricerca del federatore - Rutelli o Gentiloni o Sala - è vana finché ci saranno Calenda e Renzi. Soprattutto, il né di qua né di là non funziona (se non sono riusciti a togliere voti nemmeno a Tajani) perché insegue un’Italia che non esiste.

Possibili effetti interni del voto europeo.

Possibili effetti interni del voto europeo.

14 Giugno 2024

Al di là dell’euforia, in particolare di Fratelli d’Italia e della Presidente Meloni, la navigazione del suo Governo potrebbe non essere così semplice come può apparire a prima vista perché sia Forza Italia che la Lega, partiti che hanno collaborato in un recente passato anche con forze di sinistra.

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.