Anno: XXI - Numero 117    
Lunedì 1 Giugno 2020 ore 16:00
Resta aggiornato:

Home » Governo. Conte e M5S: come gettare i soldi nella pattumiera e annunciare una patrimoniale

Governo. Conte e M5S: come gettare i soldi nella pattumiera e annunciare una patrimoniale

Gettare i soldi nella pattumiera. Non lo farebbe nessuno, ma sembra che il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, appoggiato dal M5S, abbia questa intenzione

Governo. Conte e M5S: come gettare i soldi nella pattumiera e annunciare una patrimoniale

Un momento di follia politica? Un gettare l’acqua nella sabbia del deserto quando di acqua ce n’è poca o punto? Sembra proprio di si.  Vediamo. Il Mes (Meccanismo europeo di Stabilità), avversato oggi da chi lo sosteneva ieri, è stato portato all’attenzione della opinione pubblica come una specie di imbroglio voluto dai Paesi Nord Europei che intendevano punire l’Italia. Le condizioni (condizionabilità) ci strangoleranno, la Troika sarà inevitabile, finiremo come la Grecia, si sosteneva. Nulla di tutto questo è successo. Le condizioni sono quelle concernenti l’impiego sanitario. I tassi di interesse del prestito decennale del Mes sono dello 0,1%, quando un analogo Btp fa l’1,8 % di interesse.  Che significa? Che accedere alla linea di credito del Mes, fino a 36 Miliardi di euro, ci farebbe risparmiare circa 5,5 miliardi di interessi. Non utilizzare queste condizioni significa non usufruire del risparmio che otterremmo con il Mes e quindi gettare nella pattumiera 5,5 miliardi. Giorni fa, il premier Conte ha dichiarato che avrebbe valutato il ricorso alla linea di credito del Mes se anche la Francia lo avesse fatto. E’ una condizionalità inserita dal nostro Governo del tutto nuova, tra l’altro poco perseguibile e il motivo è molto semplice: la Francia può accedere a prestiti a condizioni più vantaggiose di quelle offerte dal Mes; perché dunque dovrebbe ricorrervi se ci rimette? Il motivo di queste migliori condizioni alla Francia? Basterebbe guardare alle valutazioni delle agenzie di rating, allo spread e al rapporto debito/Pil. C’è una affermazione del premier Conte che preoccupa: “In Italia c’è tanto risparmio privato, è uno dei punti di forza”. Che vuol dire? Patrimoniale, prelievo forzoso o titoli patriottici? Insomma, saremo chiamati a contribuire con “L’oro alla Patria”? Sarebbe come affermare che l’Italia è alla frutta. Un pessimo segnale per i mercati. 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Il partitismo amorale della magistratura…la separazione delle carriere

Il partitismo amorale della magistratura…la separazione delle carriere

29 Maggio 2020

Nei momenti di crisi profonda, nei momenti in cui i fatti e gli eventi sconvolgono un'opinione pubblica già stremata e tartassata da una informazione pilotata e indirizzata dalla politica partitica , la risposta delle istituzioni si basa sulla necessità di procedere all'attivazione delle riforme annunciate

Le fake news in previdenza forense

Le fake news in previdenza forense

27 Maggio 2020

Sotto attacco il sistema previdenziale forense definito iniquo, vessatorio e addirittura predatorio da parte dei vecchi verso i giovani in nome della liberalizzazione della previdenza

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.