Anno: XXI - Numero 239    
Venerdì 27 Novembre 2020 ore 16:00
Resta aggiornato:

Home » Con i morti e i contagi il Governo non può parlare del cenone di Natale Cenone sì, cenone no. Per Giuseppe Provenzano, ministro per il Sud, la questione non dovrebbe neanche porsi.

Con i morti e i contagi il Governo non può parlare del cenone di Natale Cenone sì, cenone no. Per Giuseppe Provenzano, ministro per il Sud, la questione non dovrebbe neanche porsi.

v

Con i morti e i contagi il Governo non può parlare del cenone di Natale Cenone sì, cenone no. Per Giuseppe Provenzano, ministro per il Sud, la questione non dovrebbe neanche porsi.

“Con tutto quello che la pandemia sta

determinando, mettersi a discutere del cenone di natale – non solo sui media, ma anche dalle parti del governo – è non solo prematuro ma, diciamo così, quantomeno inopportuno”, si legge in un post apparso sul profilo Facebook del ministro.

: “Con quello che sta accadendo in Calabria, su cui non possiamo compiere ulteriori passi falsi e bisogna ascoltare i sindaci e coinvolgere le energie migliori di quella terra; con il difficile passaggio parlamentare della Legge di Bilancio, che può sempre essere migliorata ma che offre strumenti straordinari per lo sviluppo e l’equità (insieme al Recovery e ai fondi strutturali); con i morti e i contagi alti, i turni massacranti di medici e infermieri, la complessa gestione delle scuole, i sacrifici di imprenditori, lavoratori e cittadinii…”. Insomma, con tutte le urgenze che in questo periodo proprio non mancano, discutere con quante persone si potrà mangiare a Natale appare fuori luogo.

Da HuffPos

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.