Anno: XXV - Numero 71    
Mercoledì 24 Aprile 2024 ore 16:45
Resta aggiornato:

Home » Superbonus meno attrattivo con il calo da 110% a 90%

Superbonus meno attrattivo con il calo da 110% a 90%

Angelo Domenico Perrini (Cni): Evitare fenomeni inflattivi sui prezzi dei materiali da costruzione

Superbonus meno attrattivo con il calo da 110% a 90%

“L’abbassamento della detrazione fiscale, legata ai Superbonus, dal 110% al 90% per l’anno 2023, determinerà quasi sicuramente un netto ridimensionamento della propensione all’utilizzo degli incentivi” ed il ‘décalage’ previsto “sia per il 2024, che per il 2025 avrà effetti ancora più disincentivanti.

Per questo, tale modalità di programmazione del livello di detrazione fiscale dovrebbe essere totalmente riprogrammata, adottando un orizzonte di vigenza degli incentivi fiscali quanto più lontano possibile”.

Lo si legge nella memoria portata dal Consiglio nazionale degli ingegneri, presieduto da Angelo Domenico Perrini, ieri pomeriggio in Commissione Finanze, al Senato. Per la categoria tecnica, “l’Italia deve sin da ora pensare ad incentivi, ad esempio al 90%, duraturi nel tempo, validi per almeno 15, o 20 anni in modo da permettere ad una platea estremamente ampia e difforme di proprietari di immobili di programmare la fattibilità, soprattutto finanziaria, dei singoli interventi”. Gli ingegneri sostengono come “le detrazioni delle imposte dal reddito sono uno strumento efficace, perché consente di raggiungere degli obiettivi di rilevanza sociale, quali il risparmio energetico ed il risanamento delle strutture più energivore, innescando effetti espansivi della domanda aggregata, dell’occupazione, oltre ad un circolo virtuoso che consente, attraverso il gettito fiscale derivante dalle imposte sul lavoro e sui materiali da costruzione, di abbattere una parte del disavanzo generato dalla spesa sostenuta dallo Stato”. La categoria, infine, osserva come sia “necessario evitare che gli interventi di ristrutturazione degli edifici possano innescare fenomeni inflattivi sui prezzi dei materiali da costruzione, sulle opere e sui servizi connessi”

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.