Anno: XXII - Numero 75    
Mercoledì 21 Aprile 2021 ore 16:00
Resta aggiornato:

Home » Decreto Aprile: in arrivo nuovi ristori, sostegni e moratorie .
festival del lavoro

Decreto Aprile: in arrivo nuovi ristori, sostegni e moratorie .

Decreto Sostegni bis ad Aprile: ristori per attività economiche, nuovi prestiti garantiti e moratorie mutui e prestiti, blocco sfratti, condoni fiscali

Decreto Aprile: in arrivo nuovi ristori, sostegni e moratorie .

Entro fine aprile è previsto un nuovo provvedimento economico sulla scia del Decreto Sostegni, con ulteriori indennizzi e ristori alle imprese e ai professionisti penalizzati dalle chiusure anti Covid. Tra le misure attese, anche nuove formule di moratoria su mutui e finanziamenti per il credito di famiglie e imprese, con la riproposizione degli interventi del Decreto Liquidità (sospensione delle rate per i debiti contratti dalle aziende, prestiti agevolati a garanzia pubblica e nuove dilazioni di pagamento).

Un altro importante capitolo che potrebbe essere riscritto è anche quello della Riscossione, che potrebbe intraprendere la strade della riforma vera e propria. Un apposito decreto ministeriale dovrebbe dare seguito alle ultime misure agevolative, dando vista ad un intervento strutturale volto a gestire il magazzino delle cartelle esattoriali arretrate, in parte anche con un condono automatico dei ruoli inesigibili con determinate caratteristiche.

Un altra misura allo studio è la possibilità di rinvio a giugno il pagamento degli acconti IRPEF e IRAP unificandolo al saldo, oppure rateizzarlo (se non addirittura abolirlo per i contribuenti in difficoltà).

Tutto questo, con un nuovo scostamento di Bilancio, quantificato nelle stime del DEF (Documento di Economia e Finanza), previsto entro il 15 aprile (la scadenza è il 10 aprile ma si potrebbe ritardare). Lo stanziamento per la copertura delle misure sul tavolo, ammonterebbe a circa 30 miliardi di euro (cifra che sarà richiesta in Parlamento), secondo la seguente suddivisione:

  • nuovi ristori– con un peso maggiore per le attività economiche chiuse o penalizzare dalle recenti restrizioni dell’ultimo Decreto Covid – assegnati con gli stessi criteri del Decreto Sostegni di marzo, così da erogarli in tempi brevi (10 mld);
  • misure di liquiditàimprese, a partire dal rinnovo della moratoria sui finanziamenti e dai prestiti garantiti dallo Stato, eventualmente con meccanismi più vantaggiosi (20 mld);
  • pacchetto salva-imprese con debitiper evitare procedure fallimentari e concordati preventivi  (a costo zero);
  • prolungamento del blocco degli sfratti, assieme a misure di indennizzo per i redditi da locazione commerciale non incassati a causa della crisi Covid (bonus affittoin forma di credito di imposta al 60% per attività che hanno subito grosse perdite di fatturato).

=> Decreto Sostegni: ristori e nuovi aiuti ad aprile

Le stime del DEF potrebbero essere peggiori del previsto, sia in termini di PIL (nel 2021 all’1,8%) che di deficit (11%), mentre per il debito già in sede di NaDEF si viaggiava al 155,6% nel 2021 e 153,4% nel 2022. A queste cifre si dovrebbe aggiungere l’impatto del nuovo scostamento. Il Documento dovrà recepire anche gli effetti del Recovery Plan (PNRR) previsto entro fine mese.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

L’Aula del diritto al Festival del Lavoro

L’Aula del diritto al Festival del Lavoro

20 Aprile 2021

Sicurezza, flexsecurity, crisi d'impresa, gender gap e rider tra i temi dei webinar giuslavoristici. Anticipazioni a "Quelli che aspettano...il Festival del Lavoro...”

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.