Anno: XXI - Numero 239    
Venerdì 27 Novembre 2020 ore 16:00
Resta aggiornato:

Home » Cinque anni per discutere il ricorso contro la bocciatura, nel frattempo è diventato avvocato

Cinque anni per discutere il ricorso contro la bocciatura, nel frattempo è diventato avvocato

Un aspirante legale si era rivolto al Tar per contestare il giudizio negativo all'orale nel 2015, ma nell'ultima sessione ha conseguito il titolo

Cinque anni per discutere il ricorso contro la bocciatura, nel frattempo è diventato avvocato

Cinque anni fa non aveva superato l’orale per diventare avvocato, così si era rivolto al Tribunale amministrativo regionale per contestare quella decisione.

A distanza di cinque anni, però, non c’è stato bisogno di sostenere l’udienza amministrativa, in quanto il ricorrente è diventato avvocato nel corso dell’ultima sessione.

Il ricorrente, assistito dagli avvocati Michela Flamini e Virginia Marchesini, aveva presentato ricorso contro il Ministero della Giustizia, Commissione Esami Avvocato Sessione 2015 presso la Corte d’appello di Perugia, chiedendo l’annullamento del verbale-provvedimento con il quale la II Sottocommissione per gli Esami di Avvocato – Sessione 2015 presso la Corte d’Appello di Perugia “ha valutato negativamente la prova orale sostenuta dal ricorrente, dichiarando lo stesso non idoneo all’esercizio della professione forense”.

Il 15 ottobre del 2020, però, il ricorrente “ha comunicato l’avvenuto conseguimento dell’abilitazione forense, con conseguente cessazione della materia del contendere”.

Il Collegio giudicante ha preso atto della richiesta e chiuso la vicenda, compensando le spese.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Genova, multe ai poveri in coda per la mensa

Genova, multe ai poveri in coda per la mensa

20 Novembre 2020

Multati dai vigili perché in coda, per ritirare un pasto alla mensa dei poveri, avevano creato assembramenti. Succede a Genova, nel cuore del centro storico.

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.