Anno: XX - Numero 207    
Venerdì 6 Dicembre 2019 ore 16:00
Resta aggiornato:

Home » Mibac. Sì al tavolo con i tecnici per la cultura

Mibac. Sì al tavolo con i tecnici per la cultura

Proposta all’Ordine dei periti sulla 'sfida digitale' espressa a Matera

Mibac. Sì al tavolo con i tecnici per la cultura

Un tavolo con i professionisti della tecnica “per vincere la sfida digitale dei beni culturali”. E’ la proposta che il consigliere del ministro per i Beni culturali (Mibac) Dario Franceschini e assessore alla cultura del Comune di Matera Giampaolo D’Andrea ha lanciato davanti a una platea di periti industriali presenti al convegno ‘La sfida tecnologica dei beni culturali: il ruolo del perito industriale’, organizzato a Matera dall’Ordine della categoria, dalla Fondazione Opificium e dall’Ordine dei periti industriali di Matera. L’iniziativa aveva “l’obiettivo di approfondire le modalità con cui oggi le nuove tecnologie intervengono nella valorizzazione del patrimonio culturale e come, nello stesso tempo, le competenze tecniche possono essere messe al servizio dell’industria culturale”. Secondo il presidente del Consiglio nazionale della categoria professionale Claudio Guasco “il ruolo del perito industriale diventa centrale per promuovere l’evoluzione verso un modello di industria culturale che permetta di mettere a valore le ricchezze culturali del paese. E questo è possibile favorendo quel trasferimento tecnico e tecnologico alla cultura che oggi ancora manca. Le nostre competenze possono essere messe a frutto proprio per la valorizzazione del bene sia progettando impianti e tecnologie più funzionali sia cavalcando l’onda del digitale”, ha chiuso.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Notizie Correlate

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.