Anno: XXV - Numero 57    
Venerdì 19 Aprile 2024 ore 13:00
Resta aggiornato:

Home » L’ingegneria internazionale parla italiano.

L’ingegneria internazionale parla italiano.

A Roma in corso la riunione del Board della Fidic.

L’ingegneria internazionale parla italiano.

“È un grande onore ospitare in Italia il massimo organo decisionale della Fidic: in un periodo in cui il Governo e il Paese investono sulle infrastrutture e sullo sviluppo, i benchmark e gli standard Fidic diventano un riferimento anche per le nostre policy” – cosi ha detto il Viceministro delle Infrastrutture e Trasporti, On. Edoardo Rixi, dando il benvenuto alla Presidente Fidic Catherine Karakatsanis insieme con il Presidente della confindustriale Oice Giorgio Lupoi e il Vicepresidente Fidic ed Oice Alfredo Ingletti. Ed ha aggiunto: “Siamo molto felici di registrare, ancora una volta, la grande capacità internazionale delle società di ingegneria, architettura e consulenza italiane che è sempre più messa a sistema in Italia sia per il mercato domestico sia per le attività estere”.

“In un contesto segnato da diverse sfide geopolitiche ed economiche ma anche dai cambiamenti climatici e dalla transizione energetica, le nostre società sono impegnate a riconfigurarsi in una prospettiva più sostenibile e a gestire processi di sviluppo che includono la proiezione internazionale” – ha detto il Presidente Lupoi e ha concluso “la nostra presenza per la prima volta nel Board FIDIC con la Vicepresidenza di Ingletti conferma la crescita del posizionamento internazionale dell’OICE e della nostra ingegneria anche negli Organi direttivi delle principali Federazioni di settore”.

La Presidente Karakatsanis ha ringraziato il Governo Italiano, l’Oice e tutto il sistema Italia per l’estero per la calorosa accoglienza e per la fruttuosa cooperazione che si sta sviluppando. “L’Italia è un partner indispensabile per le nostre attività – ha detto – l’Oice sta contribuendo in modo fattivo allo sviluppo delle priorità strategiche a beneficio del settore a livello mondiale, con particolare riferimento ai target di integrità, qualità, sostenibilità”. “Far parte del Board Fidic, rappresentare l’ingegneria italiana al massimo livello internazionale è certamente un grande onore. Ho spinto tanto per fare in modo che ci riunissimo a Roma anche per promuovere la sinergia settoriale con il nostro sistema istituzionale ed imprenditoriale per l’estero, in un Paese come l’Italia che fa un terzo del PIL fuori dai confini nazionali – ha affermato Ingletti ed ha concluso: “per chi opera nei mercati internazionali come tante società italiane di engineering, Fidic è un indispensabile riferimento operativo oltre che culturale”.

Il Board Fidic svilupperà le linee strategiche per i prossimi 5 anni e il nuovo piano verrà ufficializzato alla prossima Assemblea Generale della Federazione che si terrà dall’8 al 10 settembre a Ginevra.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Notizie Correlate

Oice, gare di ingegneria 2023 a 4,9 mld, in leggero calo

Oice, gare di ingegneria 2023 a 4,9 mld, in leggero calo

11 Gennaio 2024

Lupoi: "La domanda pubblica di ingegneria e architettura rimane elevata, anche se in lieve calo rispetto al 2022; necessario rivedere il codice appalti per risolvere problemi di certezza del diritto, concorrenza, trasparenza e discrezionalità"

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.