Anno: XXV - Numero 107    
Martedì 18 Giugno 2024 ore 13:00
Resta aggiornato:

Home » “InformaClienti”: le novità normative e di prassi di maggio

“InformaClienti”: le novità normative e di prassi di maggio

Decreto Coesione e sondaggio Inps a intermediari, tra le novità riepilogate nel documento della Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro.

“InformaClienti”: le novità normative e di prassi di maggio

La pubblicazione del Decreto Coesione in Gazzetta Ufficiale apre l’InformaClienti di maggio.  Nel provvedimento, i nuovi incentivi per assumere donne e giovani, la decontribuzione per l’assunzione di disoccupati nel Mezzogiorno e i contributi a fondo perduto per l’autoimprenditorialità al Centro Nord, affiancati da quelli specifici per l’avvio d’impresa al Sud. Nella sezione Gazzetta Ufficiale, spazio alla ZES unica nel Mezzogiorno, oggetto del decreto dello scorso 17 maggio. Dal 12 giugno al 12 luglio prossimo, i soggetti interessati potranno inviare domanda alle Entrate per accedere al contributo riconosciuto in relazione agli investimenti realizzati nella ZES unica Mezzogiorno, comunicando l’ammontare delle spese ammissibili – sostenute dal 1° gennaio 2024 – e quelle che prevedono di sostenere fino al 15 novembre 2024. Dall’Inps il sondaggio di gradimento sul Cassetto previdenziali che partirà a giugno. Saranno circa 44.000 gli intermediari che utilizzeranno il servizio. L’indagine mira a valutare il livello di soddisfazione del professionista riguardo all’accessibilità e personalizzazione, al layout, alla chiarezza e utilità delle informazioni e dei tools dell’applicazione, ma anche alla fruibilità dei dati. Da segnalare, sempre nella sezione Inps, l’“Utility Esonero Lavoratrici Madri”, l’applicativo che consente alle lavoratrici madri beneficiarie del bonus introdotto dalla Manovra 2024 di comunicare i codici fiscali dei figli direttamente all’Istituto e i primi chiarimenti sul riscatto dei periodi privi di contribuzione. Dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali il decreto sul piano nuove competenze-transizioni, provvedimento che aggiorna e modifica l’allegato A – Piano nuove competenze del D.M. 14 dicembre 2021 con l’obiettivo di eliminare il disallineamento tra domanda e offerta nel mercato del lavoro, in linea con gli obiettivi del PNRR. Pubblicato poi sul portale del Ministero delle Imprese e del Made in Italy l’albo dei certificatori del credito di imposta in attività di ricerca e sviluppo, mentre dalle Entrate le tempistiche per poter godere del ravvedimento speciale e sanare con sanzioni ridotte le violazioni relative alle dichiarazioni per il periodo di imposta 2022. Chiude il documento della Fondazione Studi, l’indice Istat.

Consulta in documento

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.