Anno: XXV - Numero 107    
Martedì 18 Giugno 2024 ore 13:00
Resta aggiornato:

Home » Anc-Adc. Slitti il ‘saldo e stralcio’

Anc-Adc. Slitti il 'saldo e stralcio'

La scadenza del 30 aprile è prossima, ma urge un differimento per le lentezze

Anc-Adc. Slitti il 'saldo e stralcio'

“La scadenza del 30 aprile per la presentazione delle dichiarazione di adesione alla definizione agevolata dei ruoli e del ‘saldo e stralcio’ dei debiti è oramai prossima, e su tutto il territorio nazionale si riscontrano ancora molteplici problemi in ordine all’acquisizione di tutti i dati necessari per procedere nelle pratiche”. A denunciarlo l’Anc e l’Adc, sindacati dei commercialisti, che sottolineano in una nota come da “diverse regioni” giungano “notizie di rallentamenti dovuti a ritardi nel rilascio delle stampe delle situazioni debitorie e della relativa suddivisione tra ruoli per definizione agevolata e per ‘saldo e stralcio’, lentezza nell’ottenere le attestazioni Isee, infinite code agli sportelli preposti e tempi lunghi di attesa per ottenere i codici pin”, e “in particolare, in Sicilia la situazione con Riscossone Sicilia sembra essere la più grave”. Per le associazioni dei professionisti, “data l’importanza dei due provvedimenti legislativi, dal punto di vista della loro specifica e mirata finalità sociale, va posta l’attenzione sull’assoluta necessità di un differimento del termine dal 30 aprile almeno al 31 maggio, per dare modo agli utenti di completare correttamente le procedure necessarie e all’Amministrazione finanziaria di intervenire sui sistemi per renderli adeguati al numero delle richieste”, si legge infine.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Notizie Correlate

Prevenzione delle controversie in materia fiscale

Prevenzione delle controversie in materia fiscale

24 Maggio 2024

Focus dei Commercialisti sui meccanismi di risoluzione amichevole previsti dagli organismi nazionali e sovranazionali per risolvere i fenomeni di doppia imposizione tra gli Stati.

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.