Anno: XXIV - Numero 47    
Mercoledì 29 Marzo 2023 ore 14:45
Resta aggiornato:

Home » I commercialisti romani in aiuto dei consumatori soffocati dai debiti

I commercialisti romani in aiuto dei consumatori soffocati dai debiti

Dall’Odcec Roma uno sportello di sostegno e un corso di alta formazione per gestori della crisi

I commercialisti romani in aiuto dei consumatori soffocati dai debiti

In Italia, il numero di sovraindebitati è in costante aumento. Secondo i dati dell’Organismo di Composizione della Crisi dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma, attivo fin dal 2015, tra le centinaia di procedure attivate il 68% sono piani del consumatore, 16% accordi di ristrutturazione dei debiti e 16% liquidazioni del patrimonio. Procedure che hanno visto una spiccata prevalenza di debitori uomini, per il 61%, contro una percentuale del 35% di donne, e per il restante 4% di debitori non persone fisiche. L’età media dei sovraindebitati che si sono rivolti all’OCC dell’Ordine Capitolino ha visto una netta preponderanza degli over 50 (pari al 68%).

L’azione di esperti altamente qualificati in tema di composizione dello stato di crisi o di insolvenza da sovraindebitamento è fondamentale per aiutare a trovare una via d’uscita a consumatori, imprenditori, start-up innovative e ad ogni altro debitore non assoggettabile alla liquidazione giudiziale.

Per questo, dal 2018 l’Odcec di Roma, presieduto da Giovanni Calì, ha istituito presso i suoi uffici un punto informativo aperto a cittadini e professionisti, che mette a disposizione 11 commercialisti super esperti della materia per capire come affrontare al meglio una situazione da sovraindebitamento, e conoscere le possibilità offerte dalla Legge per uscire da situazioni debitorie complesse e ritrovare la serenità. Migliaia gli utenti che hanno già sfruttato questa opportunità.

Sul sito dell’Ordine di Roma è anche presente la pagina web dell’OCC (www.odcec.roma.it – sezione “l’Ordine” – “OCC Sovraindebitamento”), che offre contenuti, linee guida e vademecum per i consulenti dei debitori e gestori della crisi, oltre ad atti e documenti operativi, di prassi, dottrina e giurisprudenza in materia.

Allo sportello si affianca il corso di alta formazione della durata di 40 ore che consente di maturare i requisiti formativi necessari a svolgere l’attività di Gestore delle crisi da Sovraindebitamento presso gli Organismi di Composizione della Crisi (OCC) iscritti nel Registro del Ministero della Giustizia ma anche di adempiere agli obblighi di formazione continua, previsti nel biennio, per la permanenza nell’elenco degli OCC.

Al via da oggi, il percorso formativo della Fondazione Telos, organizzato dalla Commissione Crisi da Sovraindebitamento dell’ODCEC di Roma guidata da Andrea Giorgi, che si sviluppa in dieci moduli e si rivolge sia a professionisti che intendono svolgere, o già svolgono, l’attività di Gestore delle crisi, sia a professionisti che, in qualità di “Advisor”, assistono clienti potenzialmente interessati a procedure da sovraindebitamento.

Più di 200 i professionisti che hanno partecipato alla giornata introduttiva. Un numero elevatissimo se si considera che attualmente nell’elenco dei Gestori della Crisi tenuto presso il Ministero della Giustizia risultano iscritti 176 Commercialisti.

Un numero crescente di professionisti che dovrà operare nel quadro di emergenza economica causata prima dalla pandemia e ora dal caro energia, e in cui la crisi da Sovraindebitamento è un tema di sempre maggiore attualità.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Notizie Correlate

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.