Anno: XXV - Numero 130    
Venerdì 19 Luglio 2024 ore 13:30
Resta aggiornato:

Home » Protocollo d’intesa tra commercialisti napoletani e commissario Zes Campania

Protocollo d’intesa tra commercialisti napoletani e commissario Zes Campania

Siglato questa mattina a piazza dei Martiri l’accordo tra Eraldo Turi e Giuseppe Romano per attivare una nuova sinergia

Protocollo d’intesa tra commercialisti napoletani e commissario Zes Campania

“L’accordo siglato questa mattina con l’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli rimarca l’importanza della sinergia con gli ordini professionali, ed in particolare il ruolo fondamentale di questi attori nell’affiancare l’imprenditoria nazionale ed estera nell’approccio alla fruizione delle agevolazioni derivanti dalle Zone Economiche Speciali. Ritengo strategico, per lo sviluppo delle nostre aree e per l’attrazione di nuovi investimenti, l’apporto dei professionisti che sono al fianco delle imprese e che hanno competenze specifiche per meglio far conoscere le potenzialità e i molteplici vantaggi derivanti dall’insediamento nelle aree ZES”. Lo ha detto Giosy Romano, commissario straordinario della Zes Campania in occasione del protocollo d’intesa firmato con il presidente dell’Odcec di Napoli, Eraldo Turi

“Siamo stati il primo Ordine in Italia ad istituire un’apposita Commissione di Studi denominata ‘ZES: Rapporti con investitori esteri e interlocutori istituzionali’ – ha sottolineato il numero uno dei commercialisti partenopei – allo scopo di approfondire, promuovere e diffondere la conoscenza dell’Istituto delle Zone Economiche Speciali al tessuto imprenditoriale nazionale ed estero, così da favorire investimenti esteri e nazionali in questi territori”.

Maria Cristina Gagliardi, consigliere delegato dell’Odcec di Napoli ha reso noto che “a breve partiranno una serie di iniziative congiunte volte ad informare adeguatamente i professionisti presenti sui nostri territori, nonché il tessuto imprenditoriale nazionale ed estero potenzialmente interessato ad incrementare la conoscenza delle opportunità derivanti dall’insediamento nelle ZES. Riteniamo, infatti, che l’attuazione delle zone Zes attraverso lo sviluppo di imprese già operanti e l’insediamento di nuove imprese possa costituire uno strumento di accelerazione dello sviluppo economico e svolgere un ruolo di straordinaria importanza per la nostra Regione e tutto il Sud”.

Alla firma del protocollo era presente anche Daniela Gravino, vicepresidente della Commissione “ZES: Rapporti con investitori esteri e interlocutori istituzionali”.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Notizie Correlate

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.