Anno: XXV - Numero 105    
Giovedì 13 Giugno 2024 ore 13:30
Resta aggiornato:

Home » Consulenti del Lavoro ed Ela per promuovere cultura del lavoro etico

Consulenti del Lavoro ed Ela per promuovere cultura del lavoro etico

Nell' incontro a Bratislava con l'Autorità europea del lavoro la Categoria ha presentato le sue azioni per il contrasto al sommerso e la diffusione della legalità.

Consulenti del Lavoro ed Ela per promuovere cultura del lavoro etico

Diffondere la cultura del lavoro regolare, contrastare il lavoro sommerso, promuovere lo scambio di best-practices tra Stati Membri, favorire la transizione verso il nuovo modello organizzativo introdotto dall’utilizzo dell’intelligenza artificiale. Sono queste le direttrici su cui si sono basati i lavori del Seminario, organizzato ieri da Ela (Autorità Europea del Lavoro) e svoltosi a Bratislava, sede dell’istituzione comunitaria. L’incontro, organizzato con le delegazioni dei Consulenti del Lavoro italiani e rumeni, è stato l’occasione per discutere dei temi lavoristici di più stretta attualità in Europa. “Abbiamo testimoniato l’impegno dei Consulenti del Lavoro italiani per il contrasto del lavoro sommerso, portando l’esempio del Protocollo Legalità, operante da oltre dieci anni con l’Ispettorato del Lavoro”, ha dichiarato il presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, Rosario De Luca. “Così come abbiamo presentato il progetto ‘Generazione Legalità’, che mira a diffondere tra gli studenti, attraverso un videogioco interattivo, la cultura del lavoro etico e regolare”, ha aggiunto. L’incontro ha posto le basi per l’organizzazione di momenti formativi e informativi sui temi in discussione e, in particolare, su come promuovere una mobilità dei lavoratori in Europa equa ed efficace. “L’Ela è impegnata a promuovere la crescita professionale e a migliorare le competenze

in materia di mobilità del lavoro in Europa, a beneficio dei datori di lavoro e dei lavoratori dei due paesi e di tutta l’Unione europea”, ha dichiarato il direttore esecutivo dell’Ela, Cosmin Boiangiu

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Notizie Correlate

Formare i “fragili” per riscoprire talenti

Formare i “fragili” per riscoprire talenti

05 Giugno 2024

I primi esiti della sperimentazione del protocollo tra Consulenti, Inps e Caritas per favorire il reinserimento nel mondo del lavoro delle persone a rischio di emarginazione sociale.

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.