Anno: XXIII - Numero 140    
Mercoledì 10 Agosto 2022 ore 14:00
Resta aggiornato:

Home » Architetti: il 22 e 23, all’Auditorium del Massimo la Conferenza Nazionale degli Ordini

Architetti: il 22 e 23, all’Auditorium del Massimo la Conferenza Nazionale degli Ordini

Venerdì 23, su Legge per l’Architettura e Codice degli Appalti confronto (ore 12,45) con Enrico Giovannini, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti; in precedenza (ore 11) con Onofrio Cutaia, direttore generale Creatività contemporanea del ministero della Cultura; un link per la stampa per seguire i due dibattiti

Architetti: il 22 e 23, all’Auditorium del Massimo la Conferenza Nazionale degli Ordini

Legge per l’Architettura e Codice degli Appalti sono due tra i vari temi che saranno affrontati nel corso della Conferenza Nazionale degli Ordini degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori in programma a Roma, all’Auditorium del Massimo, il 22 e 23 luglio prossimi.

Alla Conferenza Nazionale – la prima dopo il  recente rinnovo della governance della professione –  interverranno venerdì 23 luglio, alle ore 11, Onofrio Cutaia, direttore generale Creatività contemporanea del ministero della Cultura e, alle 12,45, Enrico Giovannini, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Un confronto – quello tra Cutaia e il presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti PPC, Francesco Miceli – che fa seguito ad un recente incontro con il ministro Franceschini – sulla necessità che  il nostro Paese si doti finalmente di una Legge per l’Architettura.

“Non una Legge per gli architetti, ma una legge per la società – sottolinea Miceli – che nasca da un processo partecipato e che riconosca l’importanza della qualità dell’architettura. L’architettura è un valore, servono, quindi, regole e procedure per tutelarla: tra queste il concorso di progettazione,  strumento fondamentale per selezionare progetti di qualità”.

Di stretta attualità il tema delle modifiche al Codice dei Contratti – e nello specifico quelle all’appalto integrato  – che il ministro Giovannini ed il presidente Miceli dibatteranno in un confronto.

Per Miceli “l’appalto integrato è una modalità che non tiene conto del valore e della centralità del progetto e non garantisce nemmeno la qualità dell’esecuzione dell’opera. E’ del tutto  inadatto per le opere in cui è predominante la componente architettonica e nelle quali è necessario mantenere la giusta separazione tra ruolo dei progettisti e quello delle imprese per assicurare un risultato di qualità”.

Su questi temi, due gli emendamenti al DL Semplificazioni presentati dalla Rete delle Professioni tecniche su indicazione del Consiglio Nazionale degli Architetti: uno riguardante l’incarico del progetto di fattibilità tecnico economico affinchè venga affidato esclusivamente attraverso il concorso di progettazione; l’altro, per l’istituzione di un fondo di rotazione per il finanziamento della progettazione di fattibilità tecnico economica affinché le stazioni appaltanti possano disporre di adeguate risorse destinate all’attività di progettazione da affidare a professionisti esterni.

I lavori della Conferenza Nazionale degli Ordini sino riservati agli architetti, ai giornalisti e agli operatori dell’informazione che volessero seguire i due confronti (venerdì 23 luglio dalle ore 11 alle ore 13,30) possono collegarsi al link

https://attendee.gotowebinar.com/register/6694691422478279440

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Notizie Correlate

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.