Anno: XXV - Numero 105    
Giovedì 13 Giugno 2024 ore 13:30
Resta aggiornato:

Home » Un sistema di gestione integrato e conforme a garanzia della categoria

Un sistema di gestione integrato e conforme a garanzia della categoria

Con il conseguimento della certificazione, la Cassa dimostra ancora una volta di voler rafforzare il proprio impegno verso tutti i suoi stakeholder, al fine di migliorare le proprie prestazioni.

Un sistema di gestione integrato e conforme a garanzia della categoria

Il Sistema di Gestione Integrato (SGI) della Cassa Dottori Commercialisti racchiude e governa in modo coerente diverse certificazioni, tra cui la UNI EN ISO 9001:2015 per la gestione del Sistema per la Qualità, la UNI EN ISO 37001:2016 per la Prevenzione della Corruzione, il MOGC 231 (Codice Etico – Modello Organizzativo, Gestionale e di Controllo) e il Sistema di Data Privacy.

Tale sistema permette di promuovere un approccio valoriale, al suo interno e nelle relazioni che intrattiene con terze parti, attraverso la cultura dell’integrità, della trasparenza e della piena conformità alle leggi. Garantisce, inoltre, che i propri servizi soddisfino i bisogni e le specifiche degli Associati nonché di tutte le parti interessate anche rispetto alla prevenzione della corruzione e, in genere, della compliance normativa.

In questo contesto si inserisce anche la certificazione UNI EN ISO 37301:2021 (Sistemi di gestione per la Compliance) che la Cassa ha ottenuto su tutti i suoi processi di lavoro core business e di supporto grazie al potenziamento dei suoi sistemi di governance e il proprio modello di funzionamento. L’Ente è, infatti, tra le prime organizzazioni in Italia a ricevere questo riconoscimento, per altro su tutti i suoi processi di lavoro.

Con il conseguimento della certificazione, la Cassa dimostra ancora una volta di voler rafforzare il proprio impegno verso tutti i suoi stakeholder, al fine di migliorare le proprie prestazioni e, allo stesso tempo, per costruire e sviluppare relazioni di fiducia con gli stessi all’interno di un percorso di generazione e di condivisione di valore per la categoria.

È stato possibile ottenere questo importante riconoscimento grazie alla professionalità della struttura, che dimostra l’importante percorso di sviluppo, perseguito nel tempo a sostegno e a garanzia della categoria relativamente alla tenuta del sistema nei suoi assets fondamentali.

Con questa certificazione, si conferma l’impegno dell’Ente nel rispetto delle leggi, dei requisiti normativi, dei codici di settore e degli standard organizzativi di riferimento, nonché di quelli di buona governance di adozione volontaria delle migliori pratiche, generalmente accettate, dell’etica e delle aspettative della comunità, per garantire i migliori standard di efficacia e di efficienza del servizio reso.

La Cassa è stata certificata “UNI ISO 37301:2021 – Sistemi di gestione per la Compliance” dal Certificatore internazionale IMQ. Lo standard specifica i requisiti e fornisce linee guida per stabilire, implementare, sviluppare, valutare, mantenere e migliorare un efficace sistema di gestione della conformità normativa all’interno di un’organizzazione.

Oltre alla UNI ISO 37301:2021, l’obiettivo della Cassa è quello di integrare, nel proprio Sistema di Gestione Integrata, anche la certificazione UNI PdR 125:2022 sulla Parità di genere entro le prossime settimane. Un’ ulteriore sfida, a testimonianza del percorso intrapreso in questi ultimi anni per contribuire ad un cambiamento culturale, anche nella categoria dei Dottori Commercialisti.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Via libera del giudice del lavoro al contributo

Via libera del giudice del lavoro al contributo

13 Giugno 2024

Enpam del 4 per cento Il contributo previdenziale del 4 per cento a carico degli specialisti esterni è pienamene legittimo, e le società accreditate con il Servizio sanitario nazionale hanno l’obbligo di versarlo all’Enpam.

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.