Anno: XXI - Numero 165    
Venerdì 7 Agosto 2020 ore 16:00
Resta aggiornato:

Home » L’Enpacl ottiene la certificazione del proprio sistema anticorruzione

L’Enpacl ottiene la certificazione del proprio sistema anticorruzione

La certificazione ISO 37001:2016, poco frequente nelle aziende private e quasi assente nella Pubblica AmministrazioneL’Enpacl ottiene la certificazione del proprio sistema anticorruzione La certificazione ISO 37001:2016, poco frequente nelle aziende private e quasi assente nella Pubblica Amministrazione

L’Enpacl ottiene la certificazione del proprio sistema anticorruzione

L’Ente Nazionale di previdenza dei Consulenti del Lavoro ha ottenuto la certificazione del proprio sistema ‘anticorruzione’, in base alle norme di qualità ISO 37001:2016. La positiva conclusione del lungo iter certificativo, effettuato dall’organismo terzo ’Lloyd’s Register Quality Assurance Italy Srl’, consente all’ENPACL di disporre di un ulteriore presidio alla corruzione, oltre al Modello di prevenzione dei rischi da reato ex d.lgs. n° 231/2001, adottato sin dall’anno 2010. L’Ente conta oltre 25.000 professionisti iscritti ed eroga più di 10.000 pensioni. Ha chiuso l’esercizio 2019 con ricavi che sfiorano i 250 milioni di euro, un avanzo di 80 milioni di euro e riserve che arrivano a 1,3 miliardi di euro. “Portiamo la responsabilità di amministrare il risparmio previdenziale dei Consulenti del Lavoro – ha dichiarato il Presidente Alessandro Visparelli – e cerchiamo di tenere alti i principi di trasparenza e correttezza. Le statistiche affermano che la corruzione è un fenomeno piuttosto diffuso nel nostro Paese. La natura pubblica svolta dall’ENPACL ci ha consigliato di strutturare un sistema adeguato a prevenire ogni forma di comportamento disonesto, dagli appalti alla gestione del patrimonio”. ISO 37001 è il primo standard internazionale sui sistemi di gestione, progettato per aiutare le organizzazioni a combattere il rischio di corruzione, sia nella loro attività, sia lungo l’intera catena di fornitura, da parte dell’organizzazione, dei suoi dipendenti e degli stakeholders. È poco frequente nelle aziende private e quasi assente nella Pubblica Amministrazione e viene adottato da quelle organizzazioni che non tollerano comportamenti illeciti, di qualsiasi tipo, in quanto contrari all’etica cui ispirano la propria azione amministrativa.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.