Anno: XXI - Numero 117    
Lunedì 1 Giugno 2020 ore 16:00
Resta aggiornato:

Home » Adepp. Il governo ancora disattento, dopo i 600 euro

Adepp. Il governo ancora disattento, dopo i 600 euro

Oliveti critico sulla norma a fondo perduto e sull'indennità

Adepp. Il governo ancora disattento, dopo i 600 euro

Il decreto legge rilancio “contiene l’ennesima disattenzione nei confronti dei liberi professionisti”. A denunciarlo è l’Adepp, l’associazione delle Casse di previdenza, perché, osserva il presidente Alberto Oliveti, “da un lato il Governo ha rifinanziato gli indennizzi statali per i mesi di aprile e di maggio, dall’altro un codicillo, che speriamo sia frutto di un errore materiale, ha stabilito che chi ha preso i 600 euro a marzo, non potrà ottenerli nei mesi a venire. Confidiamo che si tratti di un errore materiale e a tal proposito abbiamo chiesto chiarimenti ai ministeri e un’eventuale correzione”. Ma “lo scivolone sui 600 euro non è l’unico motivo di critica. Lamentiamo disattenzione anche sul fronte fiscale, visto che in nessun decreto si è trovato ancora il modo di chiarire come debbano essere trattati gli aiuti messi degli enti di previdenza dei professionisti – aggiunge Oliveti -. Trattandosi di interventi assistenziali analoghi, vorremmo che l’esenzione fiscale applicata ai 600 euro statali venga riconosciuta ai sussidi autonomi e aggiuntivi delle Casse. Nelle more proporremo interpello all’Agenzia delle Entrate”. Per il vertice dell’Adepp, “tutto questo mentre il decreto legge Rilancio ha persino escluso i professionisti iscritti alle Casse dai contributi a fondo perduto, anche questi esentasse, accordati ad imprese e altri autonomi con partita iva. Siamo stanchi di ritrovarci sempre discriminato e per giunta tassati. E’ ora che il Governo corregga il tiro”, conclude.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Da Cassa forense altri aiuti per avvocati e Coa

Da Cassa forense altri aiuti per avvocati e Coa

01 Giugno 2020

Assistenza straordinaria per gli iscritti contagiati dal covid e per coloro che hanno perso il coniuge o i figli a causa dell’epidemia. Contributi per l’acquisto di strumenti informatici, per i costi sostenuti da chi non ha ricevuto il bonus e per i progetti degli Ordini

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.