Anno: XXV - Numero 105    
Giovedì 13 Giugno 2024 ore 13:30
Resta aggiornato:

Home » Rating di affidabilità per le imprese: come ottenerlo?

Rating di affidabilità per le imprese: come ottenerlo?

Per evitare sorprese e controlli invasivi da parte della pubblica amministrazione, le aziende dovranno essere classificate a “basso rischio” è per questo, dovranno avere un nuovo certificato che confermi che l’attività non rappresenta un rischio, dal punto di vista sociale, ambientale e di sicurezza.

Rating di affidabilità per le imprese: come ottenerlo?

Rating di affidabilità

Sarà una sorta di bollino blu, creato e rilasciato da specifici organismi di certificazione accreditati, che

faciliterà la semplificazione e la razionalizzazione dei controlli che saranno, basati:

 Sulla collaborazione tra amministrazione e imprese,

 Sulla prevenzione delle infrazioni,

 Sull’eliminazione della sovrapposizione dei controlli,

 Sulla riduzione degli oneri organizzativi che gravano sulle aziende a seguito dei controlli stessi

 Sul ridimensionamento del sistema sanzionatorio a carico delle attività economiche.

Come ottenere il rating di affidabilità?

Per ottenere il rating di affidabilità, l'azienda deve dotarsi volontariamente di un sistema di identificazione

e gestione dei rischi, nell'ambito della tutela dell'ambiente, della salute e sicurezza pubblica e della

sicurezza dei lavoratori, dove l’obiettivo è garantire maggiore efficacia nella tutela degli interessi pubblici

sottesi alla disciplina di controllo e al tempo stesso favorire la ripresa, il rilancio e la competitività delle

attività economiche liberandole da oneri quando risultano sproporzionati, inutili o eccessivi.

Previsto dallo schema di decreto legislativo al vaglio del Consiglio dei Ministri. Art. 27, comma 1, della legge

118/2022.

Rating di affidabilità per le imprese a basso rischio

Tale certificazione, sarà inserita nel fascicolo aziendale e sarà consultata dalle amministrazioni nella fase di

pianificazione dei controlli al fine di fornire un sistema di pianificazione più semplice e razionale. Anche le

società a basso rischio saranno sottoposte a controlli con intervallo non inferiore ad un anno con

minimizzazione del sacrificio organizzativo del soggetto controllato.

Che imprese sono soggette ai controlli?

Sono soggette a controlli amministrativi tutte le attività volte a verificare il rispetto delle norme poste a

tutela di un interesse pubblico che gravano sulle imprese nello svolgimento della propria attività. Poiché la

gestione dei rischi costituisce uno standard di riferimento per valutare i livelli di “affidabilità” delle imprese,

la bozza di decreto introduce un sistema di identificazione e gestione dei rischi al quale le imprese possono

accedere volontariamente.

È prevista l’istituzione volontaria di un sistema di identificazione del rischio (basso) in relazione alle

seguenti aree omogenee:

 Protezione ambientale;

 Igiene e salute pubblica;

 Sicurezza pubblica;

 Sicurezza dei lavoratori;

 Tutela della fede pubblica.

Articolo tratto dal sito web di Professioni in Team

Redazione: Stragroup spa

https://bit.ly/3tlyGUJ

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Transizione energetica: super aiuti all’industria

Transizione energetica: super aiuti all’industria

11 Giugno 2024

Le aziende esposte ad un rischio reale di rilocalizzazione delle emissioni di carbonio potranno presentare richieste di aiuti del Fondo per la transizione energetica nel settore industriale, questo sarà possibile dal 10 giugno al 30 giugno 2024.

Credito d’imposta 4.0: nuovi obblighi

Credito d’imposta 4.0: nuovi obblighi

06 Giugno 2024

Le richieste di compensazione del credito d'imposta 4.0 sui beni devono essere presentate attraverso una nuova funzionalità semplificata tramite la piattaforma disponibile sul sito del GSE (Gestore Servizi Energetici), non più a mezzo pec.

ZES unica: richieste pronte per partire

ZES unica: richieste pronte per partire

04 Giugno 2024

La ZES è definita dalla legge come un'area delimitata del territorio dello Stato, può beneficiare di particolari vantaggi in relazione agli investimenti e alle attività di sviluppo.

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.