Anno: XXV - Numero 107    
Martedì 18 Giugno 2024 ore 13:00
Resta aggiornato:

Home » Credito d’imposta 4.0: nuovi obblighi

Credito d’imposta 4.0: nuovi obblighi

Le richieste di compensazione del credito d'imposta 4.0 sui beni devono essere presentate attraverso una nuova funzionalità semplificata tramite la piattaforma disponibile sul sito del GSE (Gestore Servizi Energetici), non più a mezzo pec.

Credito d’imposta 4.0: nuovi obblighi

Warning: DOMDocument::loadHTML(): Unexpected end tag : p in Entity, line: 22 in /home/hosting/mondoprofessionisti.it/www/wp-content/themes/Common/include/articoliFunc.php on line 279

Anche con i nuovi moduli di comunicazione dei dati per la richiesta dei bonus e il nuovo sistema di presentazione delle altre informazioni (approvato con decreto del Ministero dell’Economia del 24 aprile 2024), sarà necessaria una firma elettronica qualificata del legale rappresentante. Il certificato digitale deve essere valido ed emesso da un prestatore di servizi di fiducia certificato da AgId (Agenzia per l’Italia Digitale). Il nuovo modello prevede le comunicazioni ex ante ed ex post dei crediti d’imposta sugli investimenti lordi effettuati a partire dal 30 marzo 2024, oltre alla stima dell’utilizzo dei crediti d’imposta su più anni (fino al 2028).  Lo stesso modello deve essere inviato una volta completato l’investimento per aggiornare le informazioni inviate in precedenza. Per gli investimenti effettuati tra il 1 gennaio 2023 e il 29 marzo 2024 non è necessario inviare il modulo fino al completamento dell’investimento.

Credito d’imposta 4.0: Come funziona Piattaforma Gse

 

Sulla piattaforma, dopo essersi registrati nell’area clienti, gli utenti possono:

 

  • accedereall’applicazione“Transizione 0–Accedi ai questionari”,

 

  • selezionarelatipologiadiinvestimentoecompilareinpochiminutiil​​modulodirichiestadirisarcimento(Unaguidaperlacompilazionedelmoduloèdisponibileanchesulportale).

 

 Una volta selezionata la tipologia di spesa (investimento in beni strumentali per la trasformazione tecnologica e digitale di un’impresa, oppure investimento in attività di ricerca e sviluppo), a questo punto verrà calcolato l’importo dell’imposta e  apparirà il modulo di compensazione creato.

 

Credito d’imposta 4.0: Come compilare il modulo

Il modulo richiede di selezionare la tipologia di comunicazione (preventivo/chiusura):

  • Per gli investimenti effettuati dopo il 30 marzo 2024, è necessario inviare un modulo in anticipo e aggiornare la notifica precedente una volta completato l’investimento. Nel campo Azione Preventiva Associata indicare il codice relativo alla comunicazione preventiva precedentemente inviata.
  • Per gli investimenti effettuati dal 1 gennaio 2023 al 29 marzo 2024 il modulo dovrà essere presentato solo al completamento dell’investimento.

Credito d’imposta 4.0: Nuovo sistema.

 Si ricorda che il Decreto Direzione Generale Mimit del 24 aprile 2024 ha introdotto un nuovo sistema di agevolazione 4.0. I bonus non possono attualmente essere gestiti in autonomia dall’azienda, ma devono essere soggetti a un monitoraggio che fornisca comunicazione proattiva e definitiva sia sull’importo che sulle condizioni degli investimenti ammissibili (il cui destinatario è soggetto allo stesso GSE Plus Mimit).

Articolo tratto del sito web di ZeroF24

Redazione: Stragroup Spa

Accedi al link: https://bit.ly/3yPEbNJ

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Agrisolare: Aiuti alle imprese agricole

Agrisolare: Aiuti alle imprese agricole

18 Giugno 2024

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza ha consentito di destinare risorse aggiuntive per 850 milioni di euro all'investimento denominato “Parco Agrisolare” (missione 2, componente 1, investimento 2.2),

Transizione energetica: super aiuti all’industria

Transizione energetica: super aiuti all’industria

11 Giugno 2024

Le aziende esposte ad un rischio reale di rilocalizzazione delle emissioni di carbonio potranno presentare richieste di aiuti del Fondo per la transizione energetica nel settore industriale, questo sarà possibile dal 10 giugno al 30 giugno 2024.

ZES unica: richieste pronte per partire

ZES unica: richieste pronte per partire

04 Giugno 2024

La ZES è definita dalla legge come un'area delimitata del territorio dello Stato, può beneficiare di particolari vantaggi in relazione agli investimenti e alle attività di sviluppo.

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.