Anno: XXI - Numero 165    
Venerdì 7 Agosto 2020 ore 16:00
Resta aggiornato:

Home » Infermieri in piazza a Cagliari: il flash mob per il riconoscimento dei diritti

Infermieri in piazza a Cagliari: il flash mob per il riconoscimento dei diritti

I sindacati: "Le istituzioni, dopo averci celebrato come eroi, fanno orecchie da mercante alle istanze della categoria"

Infermieri in piazza a Cagliari: il flash mob per il riconoscimento dei diritti

L’appuntamento è per il 15 giugno quando, in contemporanea con altre città italiane, è previsto un flash mob organizzato dal Movimento Nazionale Infermieri. L’emergenza Covid – spiegano gli organizzatori – “ha messo il luce il ruolo fondamentale di questa professione come pilastro della sanità nazionale e regionale ma nonostante questo le istituzioni, dopo aver celebrato gli infermieri come eroi, hanno immediatamente riiniziato a fare orecchie da mercante alle istanze della categoria”. Gli infermieri portano avanti da anni alcune richieste “rimaste totalmente disattese nonostante le promesse”:

– uscita dal Comparto Sanità e stipula del primo “contratto esclusivo per l’Infermiere”, comprendente adeguamento dei salari e delle indennità alla media europea e alle responsabilità acquisite negli anni dalla professione e, non ultimo, il superamento del vincolo di esclusività cosi come prevvisto per le altre professioni intellettuali;

– riconoscimento delle competenze specialistiche, valorizzazione dei percorsi di studi post laurea intrapresi con conseguente lotta al demansionamento, come avviene già in molti Paesi d’Europa;

– adeguamento delle dotazioni organiche ormai obsolete, come indicato da numerosi studi internazionali, attraverso lo scorrimento delle graduatorie, l’abbattimento del precariato e l’apertura delle mobilità tra regioni.

“Crediamo che questo sia il giusto premio, non per l’emergenza Coronavirus, ma per la professionalità che mettiamo in campo ogni giorno – ricordano ancora gli infermieri -. Il virus é stato solo una conferma della nostra abnegazione. Noi ci siamo sempre stati. Ora però siamo snervati dai riconoscimenti di circostanza, dalle parole antomimiche che un giorno ci corteggiano e quello dopo ci disprezzano. Adesso vogliamo dalle Istituzioni coerenza e concretezza. Per noi e per tutti i cittadini che usufruiscono del SSN.” Siamo stanchi e decisi ad alzare il livello della lotta per il riconoscimento dei nostri diritti.

L’appuntamento nell’Isola è per il 15 giugno alle 10 sotto il palazzo del Consiglio Regionale a Cagliari.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.