Anno: XX - Numero 176    
Martedì 22 Ottobre 2019 ore 16:00
Resta aggiornato:

Home » Tariffe professionali, Corte Ue: da eliminare con alcune deroghe

Tariffe professionali, Corte Ue: da eliminare con alcune deroghe

Per la Cgue (sentenza 4 luglio 2019, caso C-377/17) sono ammesse per motivi di interesse generale

Tariffe professionali, Corte Ue: da eliminare con alcune deroghe

In materia di compensi professionali, l’indicazione delle tariffe minime e massime è vietata in quanto incompatibile con il diritto dell’Unione Europea, ma sono comunque ammesse deroghe per motivi di interesse pubblico, come la tutela dei consumatori, la qualità dei servizi e la trasparenza dei prezzi. È quanto statuito dalla Corte di Giustizia dell’Unione Europea, sezione IV, nella sentenza 4 luglio 2019, caso C-377/17. Con la pronuncia in esame, la Corte di Giustizia dell’Unione Europea, è intervenuta in tema di tariffe fisse e sulle relative eccezioni previste dalle autorità nazionali, nel caso di sussistenza di motivi di interesse generale. In particolare, nella vicenda in oggetto, la Commissione aveva chiesto alla Corte UE di verificare se, mantenendo tariffe obbligatorie per gli architetti e gli ingegneri, la Repubblica federale di Germania fosse venuta meno agli obblighi ad essa incombenti in forza dell’articolo 49 TFUE nonché dell’articolo 15, paragrafo 1, paragrafo 2, lettera g), e paragrafo 3, della direttiva 2006/123/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 dicembre 2006, relativa ai servizi nel mercato interno. Secondo la Commissione, la normativa nazionale tedesca, che istituisce un sistema di tariffe minime e massime per le prestazioni degli architetti e degli ingegneri, impedirebbe l’ingresso di nuovi fornitori provenienti da altri Stati membri, sul mercato tedesco. In relazione a ciò, la ricorrente aveva rilevato che la HOAI limita le possibilità per questi ultimi di offrire prestazioni equivalenti a quelle offerte dai fornitori già stabiliti in Germania a prezzi inferiori a quelli previsti dalle tariffe obbligatorie o prestazioni superiori a prezzi che superano le tariffe massime previste.

CGUE, SENTENZA 4 LUGLIO 2019, C-177/17 >> SCARICA IL TESTO PDF

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Manovra, le proposte dei tributaristi

Manovra, le proposte dei tributaristi

18 Ottobre 2019

Il Presidente Int Alemanno: bene sostegno alle famiglie e lotta all’evasione, ma i contribuenti onesti devono poter compensare crediti e debiti senza costi burocratici

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.