Anno: XXIV - Numero 28    
Giovedì 9 Febbraio 2023 ore 12:30
Resta aggiornato:

Home » Gaetano Scalise il nuovo presidente della Camera Penale di Roma

Gaetano Scalise il nuovo presidente della Camera Penale di Roma

L’organizzazione conta oltre duemila iscritti tra gli avvocati penalisti romani. È stato eletto venerdì scorso a piazzale Clodio e resterà in carica per il biennio 2022/2024.

Gaetano Scalise il nuovo presidente della Camera Penale di Roma

Ecco i risultati. Presidente Gaetano Scalise (che ha ottenuto il massimo dei voti, 261). Faranno parte del consiglio direttivo Giuseppe Belcastro 155, Salvatore Sciullo 154, Cesare Gai 133, Domenico Naccari 122, Roberto Borgogno 109, ed Eleonora Piraino 97.

In rappresentanza della lista rivale Fabrizio Merluzzi (157 voti) che entra di diritto come candidato presidente, e i consiglieri Emma Tosi 99, Marina Lo Faro 84 e Vincenzo Compagna 82.

Il nuovo direttivo entra in carica a pochi giorni dallo sciopero organizzato il 2 novembre contro il continuo cambio dei giudici, a piazzale Clodio, a processo in corso. “Una prassi ormai inaccettabile“, aveva commentato Comi.

Mancano i giudici ma non si possono fare processi con cambio di giudici al volo nel corso del dibattimento, è la linea dettata dai penalisti romani.

A far scatenare la protesta, dopo una serie di casi, l’ennesimo episodio avvenuto davanti alla IX sezione collegiale del tribunale di Roma dove è in corso un delicato processo con detenuti per 416 bis, ossia associazione di tipo mafioso.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Cassa Forense, rivaluta dell’ 8,1% le pensioni dal 1/1/2023

Cassa Forense, rivaluta dell’ 8,1% le pensioni dal 1/1/2023

08 Febbraio 2023

Il CdA di Cassa Forense, con voto unanime, ha deliberato la rivalutazione dell’8,1% delle pensioni degli Avvocati per l'anno 2023 disponendo, contestualmente, l'adeguamento dei contributi minimi dovuti dai colleghi così come il “tetto” per il calcolo delle future pensioni.

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.