Anno: XXV - Numero 86    
Venerdì 17 Maggio 2024 ore 13:00
Resta aggiornato:

Home » Confprofessioni, affrontare presto le criticità dell’equo compenso

Confprofessioni, affrontare presto le criticità dell’equo compenso

Stella, al tavolo con il ministro Calderone convergenza per modificare il ddl

Confprofessioni, affrontare presto le criticità dell’equo compenso

“In questa fase l’attenzione dei professionisti è focalizzata sul disegno di legge sull’equo compenso e al tavolo del ministro del Lavoro Marina Calderone, oggi, abbiamo raccolto un’ampia convergenza per apportare modifiche al testo, possibilmente già nel passaggio al Senato.

    Ampliamento della platea dei professionisti lavoratori autonomi non iscritti a Ordini, estensione del perimetro di applicazione dell’equo compenso anche ai rapporti di natura non convenzionale e revisione dell’impianto sanzionatorio rappresentano alcune delle criticità del progetto di legge, e ci auguriamo che possano essere accolte dal Legislatore in tempi rapidi”.

A pensarla così il il presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella, ricordando, in una nota, che “abbiamo condiviso, con Ordini e Casse di previdenza un documento con numerose proposte, che sono state accolte favorevolmente dal ministro, cui va il plauso di aver riaperto il tavolo del lavoro autonomo, previsto dalla legge 81/2017” (il cosiddetto ‘Jobs act degli autonomi’, ndr). “C’è – ha chiuso – la necessità di attivare al più presto gli sportelli per il lavoro autonomo per avvicinare i giovani alla libera professione e di potenziare l’Indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa (Iscro), che si è rivelato un importante strumento di protezione sociale per i professionisti non ordinistici”.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Verso il partito delle Procure?

Verso il partito delle Procure?

17 Maggio 2024

No, la separazione delle carriere è naturalmente destinata alla sottoposizione del P.M. al potere politico.

L’Italia si riscopre invecchiata e più povera.

L’Italia si riscopre invecchiata e più povera.

16 Maggio 2024

Negli ultimi 10 anni si è allargato il divario tra le condizioni economiche delle generazioni. Più una persona è giovane, più è probabile che abbia difficoltà. La situazione si è invertita alla fine degli anni 2000: la grande recessione ha penalizzato di più le giovani generazioni.

Bravi concorsisti o bravi notai?

Bravi concorsisti o bravi notai?

15 Maggio 2024

Chi sceglie di intraprendere il percorso per lo svolgimento della professione notarile si trova ad affrontare diverse realtà.

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.