Anno: XXV - Numero 110    
Venerdì 21 Giugno 2024 ore 13:00
Resta aggiornato:

Home » Verso le elezioni, medici e professionisti sanitari ecco il quadro dei candidati

Verso le elezioni, medici e professionisti sanitari ecco il quadro dei candidati

Politici di lungo corso, virologi che cambiano pelle, giovanissimi: eterogeneo l’identikit dei medici candidati dai partiti alle elezioni del 25 settembre.

Verso le elezioni, medici e professionisti sanitari ecco il quadro dei candidati

La classe medica però non pare dominante tra le professioni sanitarie. Ad esempio, gli infermieri ai nastri sono altrettanti. Né la sanità, malgrado la pandemia, appare il primo tema in agenda elettorale

Politici di lungo corso, virologi che cambiano pelle, giovanissimi: eterogeneo l’identikit dei medici candidati dai partiti alle elezioni del 25 settembre. La classe medica però non pare dominante tra le professioni sanitarie. Ad esempio, gli infermieri ai nastri sono altrettanti. Né la sanità, malgrado la pandemia, appare il primo tema in agenda elettorale.

Nella nuova legislatura non rivedremo medici parlamentari di peso come il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri (Movimento 5 Stelle), già presidente della commissione Igiene e Sanità del Senato, che ha annunciato di tornare al lavoro in ospedale ed in ateneo. Per contro, tra i virologi divenuti loro malgrado popolari nell’emergenza Covid-19, si candidano in Senato come capolista Pd in Europa il microbiologo romano Andrea Crisanti, che non ha precedenti esperienze politiche, e l’epidemiologo Pierluigi Lopalco, già assessore alla Salute della Regione Puglia, poi dimessosi per divergenze con il governatore Michele Emiliano. Di Crisanti ha fatto scalpore, oltre ad un attacco a Salvini sulla gestione della pandemia, un’esternazione a favore del passaggio a dipendenza dei medici di famiglia, cui ha subito risposto il segretario Fimmg Silvestro Scotti sottolineando come nella maggioranza dei sistemi sanitari della circoscrizione Europa (dove Crisanti si candida) i medici di famiglia siano liberi professionisti convenzionati. Lopalco invece ha attaccato i servizi sanitari improntati alla produzione di prestazioni ospedaliere, che possono esser messi in ginocchio da un virus, e ha esposto i rischi dell’autonomia differenziata. L’infettivologo genovese Matteo Bassetti invece non si candida, ma non chiude la porta alla possibilità di fare il ministro della Salute, affermando: «Vedremo chi sarà il premier dopo il 25 settembre. La politica qualche volta ha paura dei professionisti e dei tecnici». Non si candida neppure Walter Ricciardi, igienista di rango internazionale, consigliere del ministro della Salute e responsabile sanità di Azione. Tra gli altri medici potenziali eleggibili, alla Camera, Forza Italia presenta Melania Rizzoli, assessore Formazione e Lavoro in Lombardia, e Pasqualina Bardino, medico di famiglia ad Alghero. L’ex sottosegretaria ai Beni culturali Dorina Bianchi, radiologa ma anche parlamentare di lungo corso, è candidata per + Europa, lista vicina al Pd, in Calabria. Il M5S candida in Campania la giovanissima (28 anni) dottoressa Marianna Ricciardi, e in Molise Anna Maria Belmonte, medico legale del Cardarelli. In Senato, il ginecologo Silvio Viale, storico esponente dei radicali noto per le posizioni pro-legge 94, è candidato in Piemonte per +Europa. Fratelli d’Italia propone il consigliere pugliese, e medico, Ignazio Zullo. Verdi e Sinistra italiana alleati Pd candidano il medico di famiglia molisano Bartolomeo Terzano. Tra i movimenti più piccoli segnaliamo altri medici candidati, ad esempio il primario Luigi Fiumara in Senato con Sud chiama Nord.

Ci sono poi gli esponenti non medici che più si sono interessati di sanità in questi anni. Il ministro della Salute uscente Roberto Speranza è candidato dal Pd nel collegio proporzionale Napoli 1 in Campania. L’altro sottosegretario alla Salute, lo spezzino Andrea Costa si candida con Noi Moderati in Liguria alla Camera. Il Pd ricandida alla Camera Paola Boldrini ed Elena Carnevali, capigruppo dem rispettivamente in commissione Sanità del Senato ed in commissione Affari sociali alla Camera, nonché il pediatra Paolo Siani, fratello di Giancarlo, giornalista ucciso dalla camorra e l’ex ministra della Salute Beatrice Lorenzin. Seconda chance in Senato per la presidente della commissione Sanità Annamaria Parente candidata per Azione, e per Mariolina Castellone, oncologa CNR e capogruppo M5S al Senato.

E le altre professioni sanitarie? Tra i farmacisti “veterani”, si ricandida alla Camera il presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Andrea Mandelli capogruppo di Forza Italia candidato a Milano. In Puglia, Marcello Gemmato si candida con FdI. Tra gli infermieri, Il M5S ricandida alla Camera Stefania Mammì in Lombardia e Rosina Serratore in Piemonte, +Europa propone in Emilia-Romagna Matilde Marletta coordinatrice di una struttura per anziani. Unione Popolare, sigla guidata da Luigi De Magistris, candida Valentina Mozzi in Lombardia. In Sardegna sono candidate Renata Mura per Noi Moderati e Rosa Maria Argiolas con Impegno Civico, formazione di Luigi Di Maio. Massimiliano Stellato già consigliere comunale a Taranto è in lista con Azione in Puglia. In Senato, Forza Italia candida Rita Ragatzu esperta di valutazione nelle cure domiciliari in Sardegna e Maria Luisa Ianni in Abruzzo, mentre Unione Popolare schiera Teresa Concu in Sardegna. 

Tratto da Sanità 33

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Visita del vescovo a Icônes

Visita del vescovo a Icônes

21 Giugno 2024

Mons. Adriano Cevolotto ha apprezzato la mostra immersiva in corso al PalabancaEventi sui tre capolavori: Ecce Homo di Antonello da Messina, Tondo di Botticelli e Signora di Klimt.

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.