Anno: XXV - Numero 133    
Mercoledì 24 Luglio 2024 ore 13:00
Resta aggiornato:

Home » Confassociazioni, al via da Salerno il primo business hub itinerante per lo sviluppo delle Pmi meridionali

Confassociazioni, al via da Salerno il primo business hub itinerante per lo sviluppo delle Pmi meridionali

Prossime tappe Pescara, Napoli, Foggia e Roma per un confronto aperto e diretto con gli attori del mondo del lavoro

Confassociazioni, al via da Salerno il primo business hub itinerante per lo sviluppo delle Pmi meridionali

“Confassociazioni al fianco delle imprese patrocinando e partecipando al tour di eventi ‘My business hotspot’ che vedono apripista la città di Salerno il 4 ottobre, per poi andare a Pescara, Napoli, Foggia e Roma per un confronto aperto e diretto con gli attori del mondo del lavoro”. Lo hanno dichiarato in una nota Adriana Apicella, direttore generale di Confassociazioni e Giuseppe Pino, presidente di Confassociazioni Sud. Intercettato dalla neo sezione Ucid Cava de Tirreni-Costa d’Amalfi/Salerno, organizzato da Up2lab e da Coface con la collaborazione di Ucid, il patrocinio di Confassociazioni e il coinvolgimento delle Camere di Commercio e delle Associazioni di imprenditori, il Business hub itinerante vuole fornire al tessuto imprenditoriale un supporto concreto per lo sviluppo della managerialità e dell’innovazione. “La mission – hanno spiegato i giovani co-founder di Up2lab, Vincenzo Benincaso e Mattia Esposito – è quella di mettere a disposizione delle pmi di ogni città coinvolta le competenze e il know how di professionisti del settore, per un intero pomeriggio di formazione e consulenza gratuita. Abbiamo operato in linea con lo spirito associativo dell’Ucid e di Confassociazioni con lo scopo di promuovere le relazioni a livello nazionale e internazionale, soprattutto nell’ambito dell’Unione europea”. “Il programma dei workshop – ha aggiunto il ceo di Coface Italia, Ernesto De Martinis – prevede un approccio pratico, proprio per fornire un apporto concreto all’acquisizione di skill manageriali e favorire il trasferimento del know how nel campo della business innovation”. “Fare impresa e creare business con etica si può – ha proseguito Leonarda Scrocco, presidente Ucid Cava de Tirreni-Costa d’Amalfi-Salerno- È questa la forte motivazione che ci ha spinti a fondare la neo Sezione locale. Questo seminario rappresenta una prima azione concreta di questa sinergica rete virtuosa e propositiva, attivata con Coface, Up2Lab e Confassociazioni. L’appuntamento di Salerno – ha proseguito il direttore generale Apicella – cui abbiamo aderito con interesse rappresenta un importante punto di partenza per dare ulteriore valore e forza concreta alle numerose potenzialità che il Mezzogiorno ha da sempre. Per decenni considerato il convitato di pietra del nostro Paese, il Sud oggi inizia, seppur tra mille difficoltà, ad avere uno stimolante trend di crescita in campo culturale, professionale, sociale”. “Il fare rete rappresenta uno dei principi fondanti della nostra Confederazione – ha concluso il presidente di Confassociazioni Sud, Giuseppe Pino – Lavorare sullo scambio di competenze, condividere i saperi, confrontarsi in maniera aperta e gratuita sul territorio rappresenta oggi il modus vivendi della nostra epoca. Solo in questo modo, utilizzando quello che amiamo chiamare il principio della staffetta dove corriamo con i primi senza lasciare indietro gli altri si possono ottenere risultati validi e concreti”. Marketing, digitalizzazione, business innovation, fundraising e internazionalizzazione le aree tematiche al centro dell’evento del 4 ottobre, strutturato in attività di formazione, con workshop mirati e attività di consulenza con desk gratuiti dove gli imprenditori hanno la possibilità di ottenere un primo auditing per individuare le aree di miglioramento del proprio business.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Stipulato l’atto di donazione allo Stato della casa di Pasolini

Stipulato l’atto di donazione allo Stato della casa di Pasolini

24 Luglio 2024

È stato stipulato mercoledì, a Roma, al Ministero della Cultura, l’atto con cui il produttore cinematografico e televisivo Pietro Valsecchi ha donato allo Stato l’appartamento in via Giovanni Tagliere n. 3 a Roma, dove, tra il 1951 e il 1954, Pier Paolo Pasolini visse insieme alla madre, negli anni in cui insegnava in una scuola privata a Ciampino e dove iniziò a scrivere il suo primo romanzo “Ragazzi di vita”.

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.