Anno: XXV - Numero 110    
Venerdì 21 Giugno 2024 ore 13:00
Resta aggiornato:

Home » L’ex presidente Anm Palamara indagato per corruzione

L’ex presidente Anm Palamara indagato per corruzione

Lo riporta oggi La Repubblica scrivendo che si tratta di un'indagine, ancora in corso e durata mesi, sui rapporti che legano il magistrato a Fabrizio Centofanti, lobbista arrestato nel febbraio 2018 per reati fiscali

L’ex presidente Anm Palamara indagato per corruzione

La Procura competente è quella di Perugia, all’origine dell’inchiesta i veleni scoppiati per la successione alla carica di procuratore generale di Roma dopo l’uscita di Luigi Pignatone, andato in pensione nei giorni scorsi. Dalla Procura di Roma – scrive il quotidiano – vengono trasmessi alla Procura di Perugia, competente per le indagini sui magistrati della Capitale, gli atti relativi a una serie di circostanze che documentano una disinvolta amicizia tra Luca Palamara, magistrato della Procura, già consigliere del Csm ed ex presidente dell’Associazione nazionale magistrati e Fabrizio Centofanti, ex capo  delle relazioni istituzionali di Francesco Bellavista Caltagirone.  Affidata al pm Gemma Miliani e al Gico della Guardia di Finanza – continua Repubblica -, l’indagine sulla segnalazione arrivata da Roma procede per corruzione, perché nell’amicizia tra Palamara e Centofanti ci sarebbe qualcosa che viene ritenuto vada molto al di là dell’opportuno. Si parla di viaggi e regali galanti. L’inchiesta coinvolgerebbe anche altre persone di spicco alla quale la procura di Perugia sta lavorando.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

M5s, nasce la corrente Beppe Grillo Il fondatore è tornato.

M5s, nasce la corrente Beppe Grillo Il fondatore è tornato.

20 Giugno 2024

E lo fa con una autointervista in cui chiama a sé tutti quelli che vogliono il ritorno alle origini (tipo Raggi, Toninelli, Villarosa e via dicendo). L'obiettivo è sfidare Conte in vista della Costituente di settembre. L'avvocato non risponde ma i suoi fedelissimi sì.

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.