Anno: XXV - Numero 125    
Venerdì 12 Luglio 2024 ore 13:00
Resta aggiornato:

Home » Più donne tra i componenti del futuro Consiglio nazionale dei Periti Industriali

Più donne tra i componenti del futuro Consiglio nazionale dei Periti Industriali

Parità di genere: il Cnpi adegua il regolamento elettorale

Più donne tra i componenti del futuro Consiglio nazionale dei Periti Industriali

Alla vigilia della nuova tornata elettorale, finalizzata ad eleggere i futuri componenti del Consiglio nazionale di categoria in carica per il prossimo quinquennio, il Cnpi adegua il proprio regolamento elettorale per incentivare un maggiore equilibrio di genere alla carica di consigliere nel rispetto dell’articolo 51 della Costituzione.

Una modifica che garantisce -in un contesto, come quello italiano, in cui la presenza femminile resta ancora bassa- una tutela sempre maggiore della presenza femminile. Un principio contenuto anche all’intero del Piano nazionale di Ripresa e Resilienza che attribuisce alla parità di genere una delle tre priorità trasversali in termini di inclusione sociale.

Le imminenti elezioni quindi che si apriranno il prossimo 2 ottobre e proseguiranno per le due settimane successive, sono quindi indette dal Ministero della Giustizia nel rispetto del presente Regolamento, che è immediatamente efficace.

Secondo il nuovo Regolamento i candidati possono comunicare il proprio nominativo al CNPI nei 15 giorni antecedenti alla data di inizio delle votazioni. Sarà poi compito dello stesso Ente pubblicare sul proprio sito le candidature pervenute entro quarantotto ore dalla ricezione, distinguendole per il genere.

All’elezione del Consiglio Nazionale si procede presso ciascun Ordine territoriale che a tale fine convoca un’apposita seduta di Consiglio, che delibera, a maggioranza dei presenti, i candidati o le candidate che intende eleggere.

 “Il nuovo Regolamento” commenta il Presidente del Cnpi Giovanni Esposito, “rappresenta un tassello fondamentale per la nostra categoria non solo per costruire un nuovo sistema di governance in cui la presenza delle donne può essere strategica, ma anche per incentivare la quota femminile tra gli iscritti ai nostri albi”.

 

 

 

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Notizie Correlate

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.