Anno: XXIII - Numero 113    
Lunedì 4 Luglio 2022 ore 13:00
Resta aggiornato:

Home » Anelli, sospensioni effettive per 750 medici ‘no vax’

Anelli, sospensioni effettive per 750 medici 'no vax'

Il vertice degli Ordini presenta campagna 'Il vaccino ci salva la vita'

Anelli, sospensioni effettive per 750 medici 'no vax'

Sono 1.100 le segnalazioni finora registrate dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo) circa i medici che non hanno adempiuto all’obbligo vaccinale contro il Covid-19: “di queste, hanno portato a 750 sospensioni effettive, mentre per altri 350 o erano errori o gli operatori si sono vaccinati”. Lo ha reso noto il presidente della Fnomceo (Federazione degli Ordini dei medici e dei dentisti), Filippo Anelli, durante la presentazione, ieri a Roma, della campagna ‘Il vaccino ci salva la vita.

Vacciniamoci contro il Covid 19′. “Il ministero della Salute è stato puntuale nel rispondere sull’applicazione del dl 44 sull’obbligo vaccinale per i sanitari: chi oggi non ha fatto il vaccino non può esercitare una professione sanitaria. La norma lo dice chiaramente e noi la applichiamo”, continua Anelli. Purtroppo le procedure “sono gravate da un percorso burocratico non indifferente – rileva Anelli – e comprendo le Asl che devono fare provvedimenti, pur continuando a svolgere anche tutte le altre attività e quindi arrivano con un certo ritardo”. Ad oggi quindi “sono 1100 le segnalazioni da noi registrate in Federazione, e di queste 750 i sospesi effettivi, mentre altri 350 o erano errori o si sono vaccinati”. Non è stato ancora risolto invece il nodo della Commissione nazionale per gli esercenti le professioni sanitarie ormai scaduta. “Abbiamo una difficoltà oggettiva, perché gli ordini decidono le sospensioni o radiazioni dei medici sotto il profilo disciplinare, ma il ricorso contro le sanzioni comminate dagli ordini porta alla loro sospensione, e si è quindi in attesa del secondo giudizio della Commissione centrale”. Da qui l’appello di Anelli al ministro della Salute, Roberto Speranza, e al Governo, ad “accelerare per pubblicare e adottare al più presto il Dpcm, perché ci sono 500 provvedimenti in attesa di essere rivisti”.

Qualche giorno fa Anelli aveva già rilevato come le radiazioni dei medici contrari ai vaccini fossero bloccate dalla mancanza di questa commissione ministeriale di nomina governativa, ormai scaduta il 31 dicembre scorso e mai rinnovata.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Notizie Correlate

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.