Anno: XX - Numero 174    
Venerdì 18 Ottobre 2019 ore 15:30
Resta aggiornato:

Home » Cni. Protocollo d’intesa con Geniodife per la bonifica degli ordigni bellici

Cni. Protocollo d’intesa con Geniodife per la bonifica degli ordigni bellici

Il Protocollo attraverso la collaborazione tra PA e professionisti, si pone il problema della bonifica da ordigni bellici

Cni. Protocollo d’intesa con Geniodife per la bonifica degli ordigni bellici

È stato sottoscritto ieri, presso la sede del Cni, un Protocollo di intesa tra il Consiglio Nazionale Ingegneri e Geniodife avente per tema la bonifica da ordigni bellici. In rappresentanza del Cni hanno partecipato all’incontro il Presidente Armando Zambrano ed il  Consigliere Gaetano Fede. In rappresentanza di Geniodife, il Generale Massimo Scala, il Colonnello Ettore Motti e il Tenente Colonnello Arturo De Santis. Al termine dell’incontro il Presidente Armando Zambrano e il Generale Massimo Scala hanno firmato il Protocollo. La Direzione dei Lavori e del Demanio, nell’ambito della propria attività, ha individuato la necessità di sviluppare uno strumento informativo, denominato “Piattaforma WEB UXO GIS”, denominata S.I.B.O.E. (Sistema Informativo Bonifica Ordigni Esplosivi). Questa esigenza nasce, in particolare, in relazione alla valutazione del rischio bellico nei cantieri di lavoro in cui sono previste attività di scavo. La L. n. 177/2012 demanda al Coordinatore per la Sicurezza in fase di progettazione (CSP), nominato dal “Soggetto Interessato” la responsabilità della decisione di eseguire o meno le attività di ricerca e scoprimento di residuati bellici a premessa delle lavorazioni principali. Per questo motivo la Direzione dei Lavori e del Demanio e il Consiglio Nazionale Ingegneri, hanno valutato la necessità di poter fornire ai professionisti incaricati di eseguire la valutazione del rischio bellico uno strumento facilmente consultabile, “centralizzato” ed univoco in cui far confluire tutte le differenti fonti informative utili allo scopo.

Il Protocollo, dunque, attraverso la collaborazione tra PA e professionisti, si pone le seguenti finalità:

  • sperimentare una piattaforma operativa, completa e precisa, di tutti i dati inerenti le bonifiche belliche effettuate nell’ambito del Territorio nazionale, nell’ottica della interoperabilità tra le Parti.
  • aggiornare e completare l’area “Gestione Bonifiche”;
  • fornire, pertanto, un unico punto di riferimento “ufficiale” per tutti gli addetti ai lavori all’interno del quale reperire le informazioni necessarie alla Valutazione del rischio bellico;
  • implementare i dati disponibili, al fine di rendere le valutazioni quanto più precise e puntuali possibili, con fotografie aeree, nozioni tecniche (Centro di Eccellenza Counter IED), valutazioni del rischio (CNI, gruppi di lavoro), dati informativi in possesso dell’Associazione Italiana di Imprese di Bonifica da Ordigni e residuati bellici.

 Il Protocollo d’intesa avrà durata triennale a partire dalla data della sottoscrizione.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Notizie Correlate

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.