Anno: XXV - Numero 105    
Giovedì 13 Giugno 2024 ore 13:30
Resta aggiornato:

Home » Il 2023 sia l’anno del riordino del calendario fiscale.

Il 2023 sia l’anno del riordino del calendario fiscale.

Per i circa 120.000 commercialisti italiani, questo potrebbe essere quello della riorganizzazione, da tempo attesa, del calendario fiscale

Il 2023 sia l’anno del riordino del calendario fiscale.

A parlarne, in termini netti, è lo stesso presidente del Consiglio nazionale della categoria professionale economico-giuridica Elbano de Nuccio, a margine del confronto promosso ieri pomeriggio, a Roma, con esponenti politici di diversi schieramenti, e con i viceministri dell’Economia e della Giustizia Maurizio Leo e Francesco Paolo Sisto.

“C’è la volontà concreta da parte del ministero (dell’Economia, ndr) ed è ciò che tutti noi ci auguriamo”, tuttavia, “per poter razionalizzare il calendario fiscale, va fatto, a monte, un lavoro di sfrondatura delle norme”, giacché, incalza, “ci sono troppi adempimenti ridondanti. Dobbiamo mettere in sicurezza un periodo dell’anno, che è quello estivo, in cui non si può pensare che un commercialista fronteggi gli adempimenti fiscali periodici, i dichiarativi, i bilanci, per un ammontare di oltre 200 scadenze in un solo mese”, sottolinea il presidente.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Notizie Correlate

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.