Anno: XXV - Numero 132    
Martedì 23 Luglio 2024 ore 13:20
Resta aggiornato:

Home » Rendere professione più attrattiva per i giovani

Rendere professione più attrattiva per i giovani

Venerdì 21 giugno a Brindisi il Convegno regionale Puglia e Basilicata dell’Ungdcec

Rendere professione più attrattiva per i giovani

 “Dare una visione di medio e lungo termine alla professione di commercialista è fondamentale: è uno sviluppo che passa per il coinvolgimento delle nuove generazioni, per questo l’Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili è al lavoro su diversi fronti per rendere la professione più attrattiva. Dalla revisione del tirocinio, che deve essere retribuito, alla stesura di un protocollo volontario per la crescita professionale dei giovani negli studi, passando per la promozione delle aggregazioni e la necessità di migliorare la norma sull’equo compenso, estendendo la platea di soggetti coinvolti e intervenendo sui parametri di formazione delle tariffe, sino ad arrivare alla valorizzazione delle competenze dei commercialisti e, quindi, alla necessità di specializzazione”. Lo afferma Francesco Cataldi, presidente Ungdcec, presentando il convegno regionale Puglia e Basilicata che si terrà a Brindisi, presso il Nuovo Teatro Verdi, venerdì 21 giugno 2024 (ore 14:30), intitolato “L’evoluzione del commercialista tra palco e realtà”.

Il convegno, organizzato dal coordinamento Puglia e Basilicata dell’Ungdcec su iniziativa dell’Ugdcec di Brindisi, si propone di affrontare le sfide e le opportunità della professione in un contesto socio-economico in rapida evoluzione. La giornata di lavori sarà suddivisa in due tavole rotonde, che offriranno un approfondimento sulle nuove competenze e specializzazioni richieste ai commercialisti oggi (l’innovazione, la digitalizzazione, la sostenibilità e le nuove aree di consulenza) e un confronto diretto con i presidenti degli Ordini, per costruire un percorso condiviso che sostenga la crescita e lo sviluppo della professione a livello locale.

“Il convegno è un’importante occasione di dialogo e confronto per i giovani commercialisti – evidenzia Cataldi – perché offre strumenti concreti per affrontare le sfide del presente e del futuro. La partecipazione attiva dei presidenti delle unioni locali, della giunta nazionale e degli ordini locali sottolinea l’importanza di questo evento per il rafforzamento della comunità professionale”.

Interverranno al pomeriggio di lavoro Maurizio Bitetto, coordinatore Reg. Ungdcec Puglia e Basilicata; Cosimo Simone, presidente Ugdcec di Brindisi; Maria Teresa Ciuffreda, tesoriere Ungdcec; Antonio Matarrelli, presidente della Provincia di Brindisi; Giuseppe Marchionna, sindaco di Brindisi; Barbara Branca, presidente Odcec di Brindisi; Francesco Savio, presidente Fondazione Centro Studi Ungdcec; Danilo Casucci, presidente Iuya; Elbano De Nuccio, presidente Cndcec; i consiglierei Ungdcec Michela Boidi, Serena Giannuzzi, Enrico Lombardo; il commercialista Oreste Pepe Milizia; i presidenti degli Ordini di Puglia e Basilicata: Barbara Branca, Fabio Corvino, Alberto Muciaccia, Saverio Piccarreta, Francesco Vizzarro, Giuseppe Senerchia, Antonio Gemma, Carmen Salvia.

Ufficio stampa Ungdcec

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Riforma fiscale a misura di contribuente

Riforma fiscale a misura di contribuente

22 Luglio 2024

È la richiesta degli esperti nel corso del Cnpr forum speciale “Fisco: lavori in corso per una riforma a misura di contribuente”, promosso dalla Cassa di previdenza dei ragionieri e degli esperti contabili, presieduta da Luigi Pagliuca.

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.