Anno: XXII - Numero 34    
Venerdì 5 Marzo 2021 ore 17:00
Resta aggiornato:

Home » Ente medici-Inail, aumentare il fondo morti sul lavoro

Ente medici-Inail, aumentare il fondo morti sul lavoro

Richiesta al ministro della Salute Speranza

Ente medici-Inail, aumentare il fondo morti sul lavoro

L’Enpam (Ente di previdenza dei medici e dei dentisti), “di concerto con l’Inail, ha avanzato al ministro della Salute Roberto Speranza la richiesta di aumentare il finanziamento al fondo di Stato per i morti da infortuni sul lavoro”. Lo si legge nella nota della Cassa pensionistica privata, in cui si evidenzia che il fondo “fu istituito con la legge finanziaria 2007 e stabilisce il diritto a un’indennità una-tantum per tutti i lavoratori morti a seguito di infortunio professionale, indipendentemente dal fatto che siano iscritti all’Inail, o meno.

Ne hanno, quindi, diritto anche medici e odontoiatri convenzionati e liberi professionisti”, si precisa.

    L’Inail gestisce il fondo per conto dello Stato, e “per effetto del decreto legge Cura Italia, tratta il Covid-19 come un infortunio se contratto per cause lavorative. Per questo, a seguito della pandemia, la dotazione del fondo per le morti da infortunio risulta ora insufficiente per coprire tutti gli aventi diritto. Un aumento della dotazione permetterebbe di riconoscere l’indennità ai familiari superstiti di tutti i medici e odontoiatri caduti lottando contro il Covid”, si legge, infine.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.