Anno: XXV - Numero 130    
Venerdì 19 Luglio 2024 ore 13:30
Resta aggiornato:

Home » Sovraffollamento carceri in Italia, una crisi da risolvere.

Sovraffollamento carceri in Italia, una crisi da risolvere.

Oltre 10.000 detenuti in più rispetto alla capienza regolamentare. Lombardia, Lazio e Puglia le regioni più colpite.

Sovraffollamento carceri in Italia, una crisi da risolvere.

Il sovraffollamento carceri in Italia è un problema cronico che richiede soluzioni immediate. Al 31 maggio 2024, il numero dei detenuti ha superato di oltre 10.000 unità la capienza regolamentare prevista. Questo dato, scrive LaPresse, preoccupante emerge dai recenti rapporti del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria (DAP), secondo cui i detenuti presenti nelle strutture italiane sono 61.547 contro una capienza massima di 51.241.

Le regioni più colpite

La Lombardia risulta la regione più colpita, con 8.962 detenuti rispetto ai 6.154 previsti. Anche il Lazio e la Puglia seguono con numeri preoccupanti: 6.779 detenuti contro una capienza di 5.281 nel Lazio e 4.397 detenuti rispetto ai 2.943 previsti in Puglia. Queste regioni mostrano un sovraffollamento che mette a dura prova la gestione penitenziaria e i diritti dei detenuti.

Le altre regioni in emergenza

Altre regioni come Campania, Veneto, Emilia Romagna e Calabria mostrano dati allarmanti. In Campania, ad esempio, sono presenti 7.483 detenuti rispetto ai 6.197 previsti, mentre in Veneto il numero sale a 2.664 detenuti rispetto alla capienza di 1.947. L’Emilia Romagna e la Calabria registrano rispettivamente 3.662 e 3.090 detenuti contro una capienza di 2.979 e 2.711.

Regioni con numeri meno critici

Alcune regioni, come il Trentino Alto Adige, la Valle d’Aosta e la Sardegna, mostrano dati meno critici. In Trentino Alto Adige, ad esempio, i detenuti sono 491 contro una capienza di 510, mentre in Valle d’Aosta il numero dei detenuti è inferiore di 32 unità rispetto alla capienza massima. Anche la Sardegna registra un numero inferiore di detenuti rispetto alla capacità delle sue strutture.

Le conseguenze del sovraffollamento

Il sovraffollamento carceri comporta gravi conseguenze sia per i detenuti che per il personale penitenziario. Condizioni di vita precarie, difficoltà nel garantire servizi essenziali e problemi di sicurezza sono solo alcune delle criticità riscontrate. È necessario adottare politiche di riforma penitenziaria per migliorare le condizioni nelle carceri e garantire il rispetto dei diritti umani. Il Governo farà davvero qualcosa? E cosa ne sarà della proposta di legge di Roberto Giachetti? Lo scopriremo a breve.

Da Il Dubbio

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Una finestra sul Pianeta Giustizia

Una finestra sul Pianeta Giustizia

19 Luglio 2024

Così il Presidente di Cassa Forense, ha definito la Piattaforma Digitale Unificata dell’Avvocatura presentata il 17 a Roma ai tanti rappresentanti della categoria e agli avvocati collegati on line.

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.