Anno: XXV - Numero 105    
Giovedì 13 Giugno 2024 ore 13:30
Resta aggiornato:

Home » Brigata ebraica Milano, ‘l’Anpi non dimentichi gli ostaggi’

Brigata ebraica Milano, 'l'Anpi non dimentichi gli ostaggi'

È un problema ricordare 133 civili ebrei in mano a stupratori?.

Brigata ebraica Milano, 'l'Anpi non dimentichi gli ostaggi'

“Spero in una dimenticanza anche questa volta.

Gli accordi tra noi e Anpi erano chiarissimi.

    ‘Cessate il fuoco’ e ‘liberazione degli ostaggi’ vanno portati avanti insieme”.

Così Davide Romano, direttore del Museo della Brigata ebraica di Milano, commenta con l’ANSA la decisone dell’Anpi di mantenere come slogan della manifestazione nazionale del 25 aprile a Milano, ‘Cessate il fuoco ovunque’.

    “La settimana scorsa il presidente milanese di Anpi, Primo Minelli, ha dimenticato di citare gli ostaggi. E va bene, può capitare. Caso chiuso. Ora Pagliarulo dimentica, anche lui, di citare gli ostaggi – prosegue -. A questo punto mi permetto sommessamente di chiedere: cosa sta succedendo nell’Anpi? C’è un problema a ricordare 133 civili ebrei, donne e bambini compresi, che sono in mano a degli stupratori e degli assassini?”.

Ansa

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Altre Notizie della sezione

Archivio sezione

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.