Anno: XXV - Numero 132    
Martedì 23 Luglio 2024 ore 13:20
Resta aggiornato:

Home » Le Professioni tecniche chiedono l’Anagrafe digitale edilizia

Le Professioni tecniche chiedono l'Anagrafe digitale edilizia

Proposte delle categorie in merito al decreto 'Salva casa'.

Le Professioni tecniche chiedono l'Anagrafe digitale edilizia

“Introduzione dell’anagrafe digitale edilizia con schede per ciascun fabbricato che ne definisca la conformità edilizia, a cura di un tecnico incaricato, in cui confluiranno le attestazioni sullo stato legittimo e le ulteriori documentazioni del fabbricato”: è una delle proposte formulate dalla Rete delle professioni tecniche (Rpt), nel corso di un’audizione nella Commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici’ della Camera, in merito al decreto ‘Salva-casa’, il provvedimento del governo dello scorso 29 maggio che reca disposizioni urgenti in materia di semplificazione edilizia e urbanistica.

Lo si legge in una nota.

    Nel corso dell’audizione, la categorie hanno richiamato inoltre l’attenzione della Commissione e del governo “sulla necessità di procedere, indipendentemente dall’approvazione dell’utile ma ‘parziale’ provvedimento in esame, all’approvazione di un nuovo complessivo ed organico Testo unico delle costruzioni”.

Per la Rpt “è evidente che occorra, finalmente, procedere alla revisione di tutta la materia urbanistica, riscrivendo la legge urbanistica, il decreto sugli standard, ed approvando le leggi sulla riduzione del consumo del suolo e la rigenerazione urbana”. Al provvedimento, si legge ancora, “dovrà seguire necessariamente la riforma integrale ed organica del Testo unico dell’edilizia, rispondente alle esigenze di semplificazione e razionalizzazione e maggiormente in grado di supportare e facilitare la crescita e il futuro del nostro Paese”. Il decreto, chiariscono, infine, i professionisti, “presenta aspetti sicuramente utili al fine di consentire la regolarizzazione di un numero importante di edifici ed unità immobiliari rientranti nelle casistiche previste dalla norma e rimane a disposizione per offrire il proprio contributo su aspetti tecnici di dettaglio”, termina la nota.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Notizie Correlate

21 professioni contro il Decreto Cura Italia

21 professioni contro il Decreto Cura Italia

25 Marzo 2020

Il Decreto Cura Italia ha deliberatamente ignorato i professionisti ordinistici, non riconoscendo il ruolo svolto da ben 2,3 milioni di professionisti italiani

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.