Anno: XXV - Numero 69    
Lunedì 22 Aprile 2024 ore 13:00
Resta aggiornato:

Home » Sovraindebitamento, dai commercialisti 31 proposte per rilanciare l’istituto

Sovraindebitamento, dai commercialisti 31 proposte per rilanciare l’istituto

Presentate nel nuovo numero della rivista “Il Professionista”, puntano a superare le incertezze interpretative nate con il nuovo Codice della crisi.

Sovraindebitamento, dai commercialisti 31 proposte per rilanciare l’istituto

Trentuno proposte per rilanciare l’istituto del sovraindebitamento. Le avanzano i commercialisti nel nuovo numero de “Il Professionista, imprese e codice della crisi”, la rivista di aggiornamento realizzata in collaborazione con Il Sole 24 Ore dalla Fondazione ADR, guidata da Antonino Trommino, e dal Consiglio nazionale della categoria, che ha come Consigliere delegato alle Funzioni giudiziarie e ADR il segretario Giovanna Greco.

Secondo i commercialisti “il Codice della Crisi introdotto, da ultimo, con le modifiche apportate dal D.L. 83/2022, non ha visto interventi incisivi sul sovraindebitamento sia a causa della minor importanza assegnata alle procedure ‘minori’ sia perché, forse, la materia risulta poco istintiva persino per i magistrati dell’ufficio legislativo. È evidente la scelta frettolosa del legislatore di limitarsi ad un innesto degli istituti della legge 3/2012, peraltro riformati con la legge 176/2020, nella nuova architettura codicistica, senza una particolare attenzione alle peculiarità proprie di tali strumenti regolatori, rivolti ad una particolare categoria di debitori”.

“Il variegato approccio interpretativo emerso in sede giurisprudenziale ha generato una “confusione – è spiegato nell’introduzione del nuovo numero della rivista – che necessita di una rapida risposta organica, se si vuole evitare una ulteriore fonte di disgregazione sociale, perché l’ampio novero di soggetti a cui si rivolge la normativa – debitori che intendono accedere alla giurisdizione versando, spesso, le ultime risorse disponibili – ha bisogno di tutto tranne che dell’incertezza applicativa dei tribunali, acuita dall’intuibile tradizionalismo degli operatori del diritto, spesso non formati per comprendere una normativa che disciplina ampie deroghe a principi fondanti l’ordinamento, quali l’affidamento, la tutela del credito e la garanzia patrimoniale generica”.

Le trentuno proposte sul sovraindebitamento si ispirano a “semplici regole in grado di smussare le maggiori oscillazioni ermeneutiche a cui abbiamo assistito negli ultimi mesi, che possono frustrare l’applicazione dell’intera normativa”. L’obiettivo è quello di “stimolare il legislatore dell’ennesimo Correttivo a recepire le osservazioni di chi vive quotidianamente queste incertezze e ha l’arduo compito di spiegarle ai sovraindebitati, magari proponendo impugnazioni al solo fine di recuperare la certezza del diritto”.

Questo l’elenco degli aspetti sui quali si concentrano le proposte migliorative:

  1. Prevalenza delle soluzioni regolatorie rispetto a quelle liquidatorie
  2. Prededuzione nel concordato minore
  3. Imprenditore individuale cancellato dal R.I.
  4. Accesso necessario alle banche dati
  5. Misure cautelari e protettive
  6. Procedure familiari
  7. Lo stato soggettivo del debitore nelle procedure di sovraindebitamento
  8. La nozione di frode
  9. Moratoria nella procedura del consumatore
  10. La distribuzione del valore nella procedura del consumatore
  11. La prosecuzione del mutuo ipotecario nel concordato minore
  12. Reclamo avverso i decreti di inammissibilità
  13. Il garante/socio illimitatamente responsabile
  14. Liquidazione controllata in assenza di beni
  15. Alternativa tra liquidazione controllata e procedura dell’incapiente
  16. Durata della liquidazione controllata ed esdebitazione
  17. Art. 271 CCII: il termine per la domanda di accesso alla procedura negoziale
  18. Distinzione del compenso tra OCC e liquidatore nella liquidazione controllata
  19. Definizione OCC e i compensi dell’OCC nella fase esecutiva del piano
  20. Cartolarizzazioni sociali e liquidazione controllata
  21. Esercizio provvisorio nella liquidazione controllata
  22. Riparti parziali nella liquidazione controllata
  23. Revoca e sostituzione del liquidatore
  24. Spese in prededuzione nella liquidazione controllata con preferenza sul credito ipotecario
  25. Condizioni aggiuntive per l’esdebitazione del sovraindebitato
  26. Durata del vincolo per l’incapiente
  27. Presunzioni semplici dell’esdebitazione di diritto
  28. Iscrizione del liquidatore all’albo dei gestori ex D.M. 202/2014 nella liquidazione controllata
  29. Patrocinio a spese dello stato e prenotazione a debito nella liquidazione controllata
  30. Patrocinio a spese dello stato e prenotazione a debito nelle procedure di composizione delle crisi da sovraindebitamento
  31. Applicazione della nuova disciplina dell’esdebitazione alle procedure pendenti alla data del 15 luglio 2022 (entrata in vigore del codice della crisi)

IL PROFESSIONISTA_FEBBRAIO_2024_DEF[1]

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter!Ricevi gli aggiornamenti settimanali delle notizie più importanti tra cui: articoli, video, eventi, corsi di formazione e libri inerenti la tua professione.

ISCRIVITI

Notizie Correlate

Commenti


×

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.