Anno XIX - Numero 199 - Chiuso in redazione: Mercoledi 14 Novembre 2018 alle ore 16:00 archivio storico

Seguici su:


menu
Questo spazio è riservato alla pubblicazione di articoli di ordini, associazioni o enti. Se vuoi avere anche tu il tuo spazio per scrivere contattaci
aerarium



Casse di Previdenza
Casse di Previdenza
Casse di Previdenza
Adepp. Immobili Casse valgono 19,4 mld

Adepp. Immobili Casse valgono 19,4 mld

Il valore complessivo degli immobili direttamente e indirettamente detenuti dagli Enti previdenziali dei professionisti (inclusa, pertanto, la componente investita in immobili, attraverso fondi immobiliari) ammonta a circa 19,4 miliardi di euro nel 2017 ed è in calo, rispetto al 2013, quando si attestava al 29,7%, mentre lo scorso anno si è ridotta, arrivando al 22,7%. Lo si legge nel III Rapporto dell'Associazione delle Casse (Adepp) sugli investimenti, illustrato questa mattina, a palazzo Wedekind, a Roma. Entrando nel particolare, dal dossier si scopre come le Casse pensionistiche private e privatizzate "investano circa 5,1 miliardi (il 6% delle loro attività finanziarie totali) in immobili in modo diretto"; gli edifici "direttamente detenuti sono ubicati principalmente nel Centro Italia (circa il 70%, di cui il 95% a Roma), il 25% nel Nord della Penisola e il restante 5% nel Meridione". La maggior parte degli immobili degli Enti (circa il 43,3%) sono ad uso residenziale, nel 27,6% dei casi ospitano uffici, l'11% è ad utilizzo strumentale ed il 10% è impiegato per fini commerciali. Una quota "molto rilevante" del patrimonio delle Casse previdenziali private del nostro Paese "è investita in titoli obbligazionari: se si considera anche la componente inclusa nei fondi mobiliari, questa ammonta, a fine 2017, a circa 31,2 miliardi di euro (in aumento, rispetto ai 22,4 miliardi del 2013), costituendo il 36,6% delle attività" totali del comparto. Nel documento si evidenzia, poi, anche come "gli investimenti in azioni, a fine 2017, ammontino a circa 14,8 miliardi". Analizzando le cifre, poi, si rileva come la quota di risorse collocate in Italia "sia pari al 40% (era del 41% nel 2016), gli investimenti nella restante Area euro ricoprano circa il 18% del patrimonio", mentre le operazioni finanziarie estere si attestano intorno al 25%. Nel testo, tuttavia, viene messo in luce che, "se alla quota investita in Italia vengono aggiunte le altre voci, quali la liquidità, le polizze assicurative e le 'altre attività' tutte detenute nei confini nazionali, anche se non investite, allora il patrimonio delle Casse previdenziali, nel nostro Paese, ammonta a circa il 57% del totale, e si sale al 75% se si considera tutta l'Area euro".  A fine 2017 il patrimonio delle Casse previdenziali private italiane ammontava a circa 85,335 miliardi di euro, in salita di 30 punti percentuali, rispetto alla performance del 2013, quando era di 65,6 miliardi. Ed è stata, si legge nel rapporto sugli investimenti dell'Adepp (Associazione degli Enti pensionistici dei professionisti) presentato stamattina, di una "crescita continua e costante", pari, nel dettaglio, "al 9,55% tra il 2013 e il 2014, al 4,96% tra il 2014 e il 2015, al 6,05% tra il 2015 ed il 2016 e al 6,6% tra il 2016 ed il 2017". Il rendimento sulle operazioni finanziarie effettuate, al netto delle imposte, per l'anno 2017 è stato di circa il 2,6%.


Data: Mercoledi 14 Novembre 2018


Casse di Previdenza


.:ARCHIVIO:.

video

Easy Agenda Mobile





Comingonweb