Anno XIII - Numero 35 - Chiuso in redazione: Lunedi 20 Febbraio 2017 alle ore 16:00 archivio storico

Seguici su:


menu
Questo spazio è riservato alla pubblicazione di articoli di ordini, associazioni o enti. Se vuoi avere anche tu il tuo spazio per scrivere contattaci
aerarium



in breve
in breve
in breve
Pmi femminili e libere professioniste: proroga del bando Mise-Abi

Pmi femminili e libere professioniste: proroga del bando Mise-Abi
È stato prorogato fino al 31 dicembre 2017 il protocollo d’intesa fra ministero dello Sviluppo economico, Abi e le associazioni imprenditoriali destinato a favorire l’accesso al credito delle libere professioniste e delle pmi femminili.

Secondo il protocollo, le banche aderenti devono mettere a disposizioni una quota finanziaria tutta al femminile seguendo tre linee di intervento:

    Investiamo nelle donne: finanziamenti destinati a nuovi investimenti per lo sviluppo dell’attività d’impresa o della libera professione;

    Donne in start – up: finanziamenti utili a costruire nuove imprese o a permettere l’avvio della libera professione;

    Donne in ripresa: finanziamenti finalizzati a favorire la ripresa delle pmi e delle lavoratrici autonome.

Il protocollo prevede, inoltre, la possibilità di sospendere per un periodo fino a 12 mesi il rimborso del capitale erogato in caso di:

  • Maternità dell’imprenditrice;
  • Grave malattia della lavoratrice, o del suo coniuge convivente o dei suoi figli;
  • Malattia invalidante di un genitore o di un parente affine entro il terzo grado conviventi dell’imprenditrice.
Cosa prevede il protocollo

·         Il protocollo prevede che le 47 banche aderenti mettano a disposizione uno specifico plafond finanziario da 1,5 miliardi di euro destinato alla concessione di finanziamenti secondo le seguenti direttrici:

  • Investiamo nelle donne: finanziamenti finalizzati a realizzare nuovi investimenti materiali e immateriali;
  • Donne in start up: finanziamenti finalizzati a favorire la costituzione di nuove imprese ovvero l’avvio della libera professione;
  • Donne in ripresa: finanziamenti finalizzati a favorire la ripresa delle pmi e delle lavoratrici autonome che, per effetto della crisi, attraversano una momentanea situazione di difficoltà.

Requisiti e modalità del finanziamento

I finanziamenti sono concessi su base individuale, senza alcun automatismo e a condizioni competitive rispetto alla media di mercato; inoltre possono beneficiare della garanzia del fondo di garanzia per le pmi in favore delle imprese a prevalente partecipazione femminile. Il protocollo prevede poi la possibilità che il rimborso del capitale dei finanziamenti possa essere sospeso una sola volta nell’intero periodo dell’ammortamento del finanziamento bancario per un periodo fino a 12 mesi in caso di maternità e malattia dell’imprenditrice o di un suo parente.

 


Data: Giovedi 16 Febbraio 2017


in breve


.:ARCHIVIO:.




video

Easy Agenda Mobile





Comingonweb