Anno XIX - Numero 77 - Chiuso in redazione: Giovedi 26 Aprile 2018 alle ore 17:00 archivio storico

Seguici su:


menu
Questo spazio è riservato alla pubblicazione di articoli di ordini, associazioni o enti. Se vuoi avere anche tu il tuo spazio per scrivere contattaci
aerarium



il graffio
il graffio
il graffio
Ragazzo cieco cacciato a causa del suo cane guida!

Ragazzo cieco cacciato a causa del suo cane guida!
Gabriele, un ragazzo di Alghero che ha perso la vista da bambino, si è recato al liceo scientifico per chiedere delle informazioni, ma è stato cacciato a causa della presenza di Pasta, il suo cane guida. «Ero con il mio cane, si chiama Pasta ed è la mia guida per tutti gli spostamenti. I suoi occhi sono i miei, in tutto quello che faccio posso fidarmi solo di lei». Ma a un certo punto all’ingresso della scuola si sono sentite delle urla: «Era la voce del vicepreside, sembrava una furia - racconta Franco Santoro, anche lui cieco, che al liceo scientifico fa il centralinista - Gabriele parlava con me, mi stava chiedendo qualche informazione. All’improvviso siamo stati interrotti dalle urla. Il vicepreside ci ha imposto di portare il cane immediatamente fuori». Sì, sembra assurdo, ma è successo davvero: «Mi ha detto che i peli del cane possono provocare allergie agli studenti. Pasta è sottoposta a continui controlli ed è dotata di un tesserino sanitario. Può entrare ovunque, tranne che in quella scuola. Chi fa del male al mio labrador è come se lo facesse a me, anzi è persino più grave». Quanto accaduto a Gabriele è inaccettabile! I cani guida devono poter entrare ovunque, anche negli istituti scolastici, pena una gravissima discriminazione nei confronti di chi si deve affidare al proprio cane per spostarsi con serenità.

Data: Venerdi 20 Aprile 2018


il graffio


.:ARCHIVIO:.



video

Easy Agenda Mobile





Comingonweb