Anno XIII - Numero 204 - Chiuso in redazione: Lunedi 20 Novembre 2017 alle ore 16:00 archivio storico

Seguici su:


menu
Questo spazio è riservato alla pubblicazione di articoli di ordini, associazioni o enti. Se vuoi avere anche tu il tuo spazio per scrivere contattaci
aerarium



Pianeta Avvocato
Pianeta Avvocato
Pianeta Avvocato
Il mistero della polizza infortuni degli avvocati

Il mistero della polizza infortuni degli avvocati
L'obbligo di una polizza infortuni per gli avvocati ed i loro collaboratori è un bel mistero: la legge c'è ed è in vigore da venerdì 10 novembre, dopo una proroga di un mese; ma il Ministro, come Altalex immediatamente segnalò, con una atipica comunicazione sembrava dare ad intendere che le tante perplessità sollevate dall'avvocatura avrebbero avuto ascolto. Potremmo chiederci quale sia la natura giuridica della nota ministeriale. E la risposta sarebbe forse quella di aver finalmente visto concretizzarsi una rara ipotesi di nullità -inesistenza di un atto amministrativo. Nullità o meno, di certo l'atto in questione non è idoneo sotto il profilo giuridico ad incidere sul sistema delle fonti del diritto. E dunque sulla prevalenza degli atti primari su quelle secondari (ma la nota in questione non pare neppure un atto secondario). Che cos'è dunque? Una interpretazione autentica (del Governo su di un atto parlamentare....) o uno spoiler su futuri e incerti nuovi provvedimenti normativi (che anch'essi necessitano di interventi in Parlamento)? Diciamo che è un atto atipico, giuridicamente non collocabile nelle fonti del diritto. Anche perché se proprio si voleva forzare il sistema delle fonti, allora sarebbe valsa la pena di cambiar registro e farlo con un tweet...

Fonte: Altalex

 


Data: Lunedi 13 Novembre 2017


Pianeta Avvocato


.:ARCHIVIO:.






video

Easy Agenda Mobile





Comingonweb