Anno XIII - Numero 204 - Chiuso in redazione: Lunedi 20 Novembre 2017 alle ore 16:00 archivio storico

Seguici su:


menu
Questo spazio è riservato alla pubblicazione di articoli di ordini, associazioni o enti. Se vuoi avere anche tu il tuo spazio per scrivere contattaci
aerarium



L'Intervento
L'Intervento
L'Intervento
Trasgredire per progredire

di Maurizio de Tilla (Presidente Anai)

Trasgredire per progredire
Non si può negare che, fin da tempi remoti, l’inosservanza delle norme abbia permesso di superare i limiti entro i quali l’uomo ha ristretto il suo campo d’azione per ignoranza, pigrizia o viltà. a storia dell’uomo è una sequenza di reiterate disubbidienze e di continuo superamento dei limiti geografici, sensoriali, tecnologici, etici. Non un invito a sovvertire l’ordine costituito, ma una constatazione sulla scorta dei fatti storici che, in questo caso, collimano con l’evidenza scientifica. La vita biologica nasce da uno scarto della norma, produttrice di una «diversità» (la vita come eccezione). In fisica termodinamica l’entropia, la misura della degradazione dell’’energia, che è una forma di «obbedienza» alla naturale tendenza all’equilibrio termico, è combattuta dal suo contrario, la neghentropia. Così nella teoria dei sistemi la neghentropia impedisce l’immobilismo e la chiusura. Nella teoria dell’informazione persino il rumore produce senso ed è tanto più efficace quanto meno è probabile. Improbabilità, disordine, differenza di potenziale sono combinazioni di uno status che nel linguaggio uma-no si concretizzano nell’inosservanza della norma. Strano destino quello della disubbidienza: da sempre esecrata e repressa. Seguita da un castigo, da una punizione da parte di Dio e degli uomini, talvolta anche dalla natura, per aver infranto l’ordine, ignorato la regola, contravvenuto a un obbligo. Dal peccato originale che spinse Adamo ed Eva a cogliere il frutto proibito, l’esistenza futura si è giocata tutta nella ricerca di una riparazione per il torto inferto all’Assoluto. Se Adamo non avesse osato sfidare l’ordine superiore, ci godremmo ancora le delizie dell’Eden. Obbedienti. Annoiati e incoscienti. (Carlo Bordoni sul Corriere della Sera)

 

)


Data: Martedi 12 Settembre 2017


L'Intervento


.:ARCHIVIO:.






video

Easy Agenda Mobile





Comingonweb